A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?

Cosa ne sarà del reddito di cittadinanza? A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza oppure no? Scopriamolo.

6' di lettura

A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza? (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Con tutto quello che si sente dire e si legge a proposito del reddito di cittadinanza e del suo destino, è normale domandarsi: “A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?”. Rispondiamo a questa domanda.

Indice

A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza: il futuro dell’Rdc

Le illazioni sul reddito di cittadinanza si susseguono quasi quotidianamente, sui giornali, sulle testate online, sui social e anche al TG, ma la verità è che al momento non c’è alcuna novità in merito a questa misura.

Sì, è vero che il nuovo Governo Meloni ha promesso di eliminare il beneficio per alcune categorie, ma di mantenerlo per altre, come le famiglie con disabili.

Ma al momento, di ufficiale non c’è assolutamente nulla: nulla è certo, nessuna normativa è stata varata e il Governo deve ancora decidere se dare un futuro al reddito di cittadinanza.

Nonostante le dichiarazioni di alcuni esponenti del Governo, bisogna attendere cosa verrà deciso e messo nero su bianco, fino ad allora qualsiasi discorso su eventuali revoche o cancellazioni del beneficio, è una speculazione.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

C’è stato un vertice di maggioranza, come ci racconta Repubblica, nel quale il Premier ha evidenziato ancora una volta la sua forte convinzione, della quale non ha mai fatto mistero: «Dobbiamo eliminare un sussidio immorale per tutti quelli che sono in condizioni di lavorare».

Il principio è sempre lo stesso: le persone occupabili e che possono lavorare, dovranno lavorare e non ricevere il sussidio.

Il premier ha indicato anche una data indicativa a partire dalla quale potrebbe esserci lo stop al beneficio, ovvero sei mesi dopo l’entrata in vigore della legge di Bilancio, dunque a giugno 2023.

Da quel momento in poi, beneficio assicurato solo a persone in condizioni di oggettiva difficoltà: ad esempio disabili o chi ha famiglie numerose.

Ma fino a quando non verrà varata una legge o un decreto, anche questa possibilità rimane soltanto un’ipotesi. Insomma bisognerà attendere, ma nel frattempo ci si chiede: “a gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?”. Approfondiamo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza: cosa si rischia dal nuovo anno

Dall’entrata del nuovo anno sul reddito di cittadinanza, al momento, non è previsto alcun cambiamento. Questo significa che chi lo percepisce, continuerà a percepirlo e ci sarà il regolare pagamento per tutte quelle persone che ne stanno attualmente beneficiando.

Chi ha acquisito il diritto al beneficio deve stare sereno, perché nessuno può togliere il reddito di cittadinanza prima che siano scaduti i 18 mesi previsti dal decreto Legge n.4 del 28 gennaio 2019, norma che regola l’erogazione del sussidio.

Come spiega questo interessante e completo approfondimento, in Italia l’annullamento di una legge è una procedura complessa che richiede, spesso, l’intervento di organi come la Corte Costituzionale.

Per approfondire questo argomento leggi la guida “In quanto tempo possono cancellare il reddito di cittadinanza“.

Il premier Meloni ha annunciato di voler modificare il reddito di cittadinanza al più presto. È dello stesso parere anche Matteo Salvini, il quale ha suggerito di sospendere il reddito di cittadinanza per sei mesi. Per il Premier, invece, il beneficio va tolto a coloro che possono lavorare.

Ma questi cambiamenti non sono immediati. Innanzitutto deve essere approvata la Legge di Bilancio che il Governo dovrà votare entro la fine del 2022.

In questo documento saranno contenute le linee guida che il Governo seguirà nei successivi mesi.

Al momento, stando agli annunci, grande attenzione verrà data al tema delle pensioni. La volontà sembra quella di confermare alcune misure di flessibilità, che garantiscono un’uscita anticipata dal lavoro, come Opzione Donna e Ape Sociale.

La normativa sul Reddito di Cittadinanza verrà cambiata successivamente. Quindi “a gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?”, la risposta è sì.

A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?
A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza?

A gennaio 2023 potrò rinnovare il reddito di cittadinanza: scopriamo cosa dice la normativa attuale

Come spiega il sito del Governo, il reddito di cittadinanza è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, trascorsi i quali può essere rinnovato, previa sospensione di un mese.

Questo rinnovo può avvenire anche a partire da gennaio 2023 perché, come abbiamo detto, al momento, nella normativa non è cambiato nulla.

Pertanto – se permangono le condizioni di bisogno – a partire dal mese successivo a quello della scadenza è possibile presentare una nuova domanda.

L’erogazione del beneficio è sempre condizionata alla presenza di un ISEE in corso di validità e al mantenimento dei requisiti e degli obblighi di legge.

La procedura di presentazione delle domande di rinnovo è la stessa utilizzata per le nuove domande. Anche il modulo da utilizzare è lo stesso.

Quando si fa domanda di rinnovo, nel caso il percettore abbia già beneficiato della misura negli ultimi 12 mesi, sarà re-indirizzato presso i Servizi Sociali o il Centro per l’impiego per proseguire il percorso di attivazione lavorativa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie