Abusi sessuali su una paziente, sospeso per un anno primario del Ruggi

E' accaduto a Salerno, vittima una 40enne: costretta a subire manovre mediche sessualmente esplicite

1' di lettura

Un primario del Ruggi d’Aragona, a Salerno, è stato sospeso dal servizio perché indagato per abusi sessuali su una paziente. La vittima è una quarantenne. Ha raccontato agli inquirenti di aver subito i decisi approcci del medico durante una visita. Il professionista l’avrebbe costretta a subire “manovre mediche”, del tutto inutili e sessualmente esplicite, approfittando della condizione di soggezione psicologica della donna.

Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile della questura di Salerno. L’ordinanza applicativa della misura della sospensione dell’esercizio della professione medica per un anno, con interdizione da tutte le attività, è stata disposta dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della procura.

Dopo la denuncia gli investigatori avrebbero trovato dei riscontri al racconto della donna. Il medico si è dichiarato del tutto innocente.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!