Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Accertamenti fiscali, ecco chi è a rischio

Accertamenti fiscali, ecco chi è a rischio

Accertamenti fiscali, ecco chi è a rischio: i comportamenti dei contribuenti che attirano l'attenzione dell'Agenzia delle Entrate e fanno scattare i controlli.

di The Wam

Agosto 2021

Accertamenti fiscali, siamo tutti a rischio. Tutti i contribuenti. All’Agenzia delle Entrate non mancano certo gli strumenti per controllare in particolare quelle situazioni che sono sospette o almeno anomale.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

L’ente riscossore farlo grazie agli accertamenti incrociati, il criticato redditometro, il più recente risparmiometro, l’intelligenza artificiale, banche dati sempre più aggiornate, l’uso sempre più diffuso e obbligato dei pagamenti digitali, la collaborazione sinergica con la Guardia di Finanza.

Accertamenti fiscali e tenore di vita

Gli accertamenti fiscali non considerano più il tipo di reddito dei contribuenti, ma il loro tenore di vita. Ovvero: se dichiari 10.000 euro di reddito annuo non puoi avere un tenore da 50.000.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Accertamenti fiscali: redditometro e risparmiometro

Per verificare queste differenze sono appunto due gli strumenti principali:

Accertamenti fiscali: Anagrafe Tributaria e Anagrafe dei conti correnti

Come sapete l’Agenzia delle Entrate, grazie all’Anagrafe Tributaria (dati di pubbliche amministrazioni e datori di lavoro) e all’Anagrafe dei conti correnti (informazioni provenienti dalle banche), tiene d’occhio tutti i nostri depositi. Per ora può farlo a campione, quindi solo sui contribuenti con situazioni anomale. Ma è al vaglio la possibilità di concedere all’ente riscossore la possibilità di effettuare controlli a setaccio (e non uno alla volta).

Accertamenti fiscali: le altre armi della riscossione

Questi sono due degli strumenti a disposizione dell’Agenzia delle Entrate. Non sono i soli, come accennato.

Ci sono pure:

Chiaro che i primi contribuenti a ricevere attenzione dall’Agenzia delle Entrate sono le società che fatturano più di 100/150 milioni di euro l’anno (con la possibilità quindi di evadere il fisco per somme ingenti).

Ma non sono certo gli unici, anzi.

Accertamenti fiscali: le macrocategorie

Per evitare di disperdere energie, e non lasciare nessun contribuente fuori dalla lista dei possibili soggetti a rischio di accertamenti fiscali, l’Agenzia delle Entrate ha suddiviso gli italiani in 5 categorie:

Accertamenti fiscali: i più esposti

Queste invece sono le categorie delle persone più esposte ad accertamenti fiscali:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp