Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Accompagnamento: basta l’aggravamento dell’invalidità?

Accompagnamento: basta l’aggravamento dell’invalidità?

Accompagnamento: basta l'aggravamento dell'invalidità o serve una nuova domanda da presentare all'Inps.

di The Wam

Giugno 2022

Accompagnamento: basta l’aggravamento dell’invalidità? O serve una procedura ad hoc per il riconoscimento di questa indennità? (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Vediamo insieme. Partendo da un presupposto che già chiarisce i termini della questione: per avere diritto all’indennità di accompagnamento non è sufficiente essere invalidi al 100%, la commissione dovrà anche valutare il paziente “non autosufficiente”.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

In pratica il cittadino che vuole essere ammesso al sostegno economico, deve rispondere almeno a uno di questi ulteriori requisiti:

Acquista la nostra Guida Completa all'Indennità di Accompagnamento. Il supersconto del 20% è valido fino al 10 maggio! Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Scopri la pagina dedicata all’accompagnamento per conoscere altri diritti e agevolazioni.

È bene precisare che l’indennità di accompagnamento spetta anche alle persone che sono affette da una grave patologia oncologica (ma in certi casi l’indennità viene negata, vedi quando).

Accompagnamento: importo e requisiti

L’indennità di accompagnamento (su invaliditaediritti.it trovi la guida completa) è pari a 529,94 euro al mese (2022) per 12 mensilità. Per questa misura non hanno rilevanza i requisiti di reddito.

E quindi, oltre a una invalidità civile al 100% per minorazioni fisiche o psichiche, il cittadino deve rientrare almeno in una delle condizioni che abbiamo citato.

Gli altri requisiti necessari sono:

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Accompagnamento: procedura

La procedura per il riconoscimento dell’accompagnamento è molto simile a quella per l’invalidità, solo che in questo caso la commissione dovrà valutare sia la condizione di inabilità sia quella di non autosufficienza.

E quindi in sintesi questa è la procedura da seguire:

Accompagnamento: la domanda

A questo punto bisogna compilare la domanda di riconoscimento per invalidità, handicap o non autosufficienza per l’assegno di accompagnamento.

La domanda è composta di tre sezioni, e sono richieste queste informazioni:

Negli ultimi mesi l’Inps ha anche implementato la possibilità di svolgere questi accertamenti a distanza, inviando via telematica, la richiesta e l’intera documentazione medica.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Per le persone che non sono molto pratiche di strumenti digitali è sempre consigliabile effettuare l’intera procedura presso un patronato.

Accompagnamento: commissione medica

La commissione medica che si occupa del riconoscimento delle indennità di accompagnamento è così composta:

Dopo la visita non viene subito rilasciato il verbale di accompagnamento. Per questi due motivi:

Completata questa fase viene inviato alla persona interessata il verbale definitivo. Sarà in duplice copia, nella prima sono inseriti tutti i dati sanitari (sensibili), l’altra contiene invece solo il giudizio finale (da esibire quando si chiede una agevolazione).

Accompagnamento: riconoscimento

Per capire se la commissione medica ha riconosciuto l’accompagnamento nel verbale si troverà scritta questa dicitura:

Potresti anche trovare la seguente dicitura:

La Commissione Medica riconosce l’interessato:

Accompagnamento: conclusione

Il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento deve dunque accertare delle condizioni ulteriori rispetto al semplice riconoscimento di una percentuale di invalidità. L’indennità potrebbe essere riconosciuta in una visita di revisione, ma il sistema più sicuro è quello di presentare una domanda specifica dove si fa richiesta per l’accertamento delle condizioni che danno diritto all’indennità.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1