Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Accompagnamento: compatibilità e incompatibilità

Accompagnamento: compatibilità e incompatibilità

Accompagnamento: compatibilità e incompatibilità dell'indennità concessa agli invalidi totale che non sono autosufficienti.

di The Wam

Giugno 2022

Accompagnamento: compatibilità e incompatibilità, vediamo con cosa l’indennità può coesistere e quando invece è impossibile. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

È noto, a esempio, che chi riceve l’accompagnamento può lavorare. E questa compatibilità non era così scontata, soprattutto se si pensa che l’indennità è riconosciuta a persone che devono risultare non autosufficienti. Ma è anche vero che determinati lavori si possono comunque svolgere.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Andiamo oltre, torneremo a breve su questo punto.

Acquista la nostra Guida Completa all'Indennità di Accompagnamento. Il supersconto del 20% è valido fino al 10 maggio! Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

L’indennità di accompagnamento (su invaliditaediritti.it leggi la guida completa) è una misura che ha più di 40 anni, è stata infatti istituita con la Legge 18 del 1980. Viene concessa senza limiti di età, quindi ai minori di 18 anni e a chi ha più di 67.

Scopri la pagina dedicata all’accompagnamento per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Accompagnamento: condizioni

L’indennità di accompagnamento viene corrisposta solo quando la commissione ha accertato che l‘invalido al 100% rientri in almeno una di queste condizioni:

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Accompagnamento: lavoro

Ok, fin qui ci siamo: in questo articolo però vogliamo parlare nel dettaglio delle compatibilità e delle incompatibilità connesse all’indennità di accompagnamento.

Iniziamo dalle compatibilità.

Dunque lo abbiamo già accennato, l’indennità di accompagnamento è compatibile con lo svolgimento di una attività lavorativa dipendente o autonoma (lo stabilisce l’articolo 1, comma 3 della legge 508 del 1988).

Cumulabile

Vediamo con quali trattamenti è cumulabile l’accompagnamento:

Per l’ultimo punto c’è però una condizione da rispettare: il cumulo dei benefici economici è possibile solo se la patologia che ha portato al riconoscimento dell’invalidità civile è differente rispetto a quella che ha invece consentito l’accertamento Inail o per causa di servizio.

Detenuti

Ma andiamo oltre.

L’indennità di accompagnamento viene erogata anche durante il periodo di detenzione, perché durante la detenzione non viene meno l’esigenza di assistenza che è la finalità dell’indennità.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Su questo punto c’è da considerare un altro aspetto: un invalido totale e non autosufficiente (i requisiti per l’accompagnamento) ha condizioni di salute che non sono compatibili con il regime carcerario e quindi – se si escludono i detenuti per reati estremamente gravi – spesso la pena si sconta ai domiciliari.

L’indennità di accompagnamento non è incompatibile con la titolarità di una patente speciale.

Accompagnamento: incompatibile

Vediamo invece con cosa è incompatibile l’indennità di accompagnamento:

A proposito di plurimenomazioni, l’indennità è cumulabile solo in questi casi:

Accompagnamento: importo e requisiti

Ricordiamo che l’indennità di accompagnamento è di circa 530 euro al mese per 12 mensilità e decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

La misura viene concessa a chi rientra in questi requisiti:

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1