Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Accompagnamento, quali sono gli atti della vita quotidiana?

Accompagnamento, quali sono gli atti della vita quotidiana?

Accompagnamento, quali sono gli atti della vita quotidiana? Requisiti spiegati facilmente con esempi.

di Carmine Roca

Luglio 2022

Una delle condizioni per richiedere l’accompagnamento è riconoscere l’impossibilità a svolgere azioni e funzioni tipiche dell’età nella vita di tutti i giorni. Ma quali sono gli atti della vita quotidiana? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il sito Invalidità e diritti si è spesso soffermato sul tema accompagnamento, condividendo diversi interessanti articoli, come questo sulle agevolazioni legate alla Legge 104 con accompagnamento. Se volete sapere quali sono gli obblighi dell’accompagnatore o quali malattie danno diritto all’accompagnamento, non resta che cliccare su uno dei due link. Infine potrebbe essere utile saperne di più su come funziona con il ricovero in RSA per i titolari dell’accompagnamento.

Indice

Indennità di accompagnamento: requisiti

L’indennità di accompagnamento è una prestazione di tipo assistenziale erogata dall’INPS, in 12 mensilità, di importo pari a 525,17 euro al mese.

Per richiederla è necessario risiedere stabilmente sul territorio italiano, essere in possesso della cittadinanza italiana, oppure comunitaria (se iscritti all’anagrafe del comune di residenza), o extracomunitaria (se in possesso di regolare permesso di soggiorno).

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Inoltre è fondamentale non essere ricoverati in istituti a pagamento, con la retta a carico dello Stato o di enti pubblici.

Acquista la nostra Guida Completa all'Indennità di Accompagnamento. Il supersconto del 20% è valido fino al 10 maggio! Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

L’indennità spetta agli invalidi civili totali (100%) che hanno impossibilità a deambulare senza il supporto di un accompagnatore, o l’incapacità a compiere atti quotidiani della vita.

Scopri la pagina dedicata all’accompagnamento per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Ma quali sono gli atti della vita quotidiana? Ne parleremo nei prossimi paragrafi.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quali sono gli atti della vita quotidiana?

Quali sono gli atti della vita quotidiana? Abbiamo visto che l’indennità di accompagnamento spetta agli invalidi civili totali, impossibilitati a deambulare o a svolgere atti quotidiani della vita.

Per deambulazione intendiamo la capacità di muoversi senza assistenza. È un requisito fondamentale per poter accedere all’indennità: l’impossibilità a deambulare deve essere permanente e assoluto, tale da rendere la funzione impossibile senza l’aiuto di un accompagnatore.

La seconda condizione per poter richiedere e ottenere l’accompagnamento è l’impossibilità a compiere gli atti della vita quotidiana: ma quali sono gli atti della vita quotidiana?

La valutazione della capacità di esecuzione di atti quotidiani si distingue tra atti elementari e atti strumentali.

Gli atti elementari sono:

Quali sono gli atti della vita quotidiana
Quali sono gli atti della vita quotidiana?

Gli atti strumentali della vita quotidiana, invece, sono i seguenti:

Nel 2010, un emendamento del Governo tentò di modificare i criteri per la concessione dell’indennità di accompagnamento.

In pratica, per concedere l’indennità, si sarebbe dovuto tenere conto soltanto degli atti elementari della vita quotidiana: in presenza di impossibilità a svolgerli, sarebbe scattato l’ottenimento dell’accompagnamento, senza tenere in considerazione i pur importanti atti strumentali.

Così facendo, l’emendamento avrebbe provocato l’esclusione dalla concessione dell’indennità di moltissime persone (anziani, disabili intellettivi o con difficoltà relazionali ecc.). L’emendamento, ritenuto inopportuno, fu ritirato.

Quali sono gli atti della vita quotidiana per l’accompagnamento, e non solo. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1