Alto Calore, solo giochi di potere. Salviamo l’acqua pubblica

2' di lettura

Salviamo l’acqua pubblica e mettiamo fine a giochi di potere all’Alto Calore. Anche i sindacati dicono basta. «Come detto in più occasioni, la società Alto Calore è emblema nel bene e nel male dall’attività politico-culturale del gruppo dirigente di questa provincia.»
Per il segretario generale della Cgil Avellino, Franco Fiordellisi e il collega della Filctem, Carmine De Maio, ci sono pochi dubbi: «Assistiamo, da un bel po’ di tempo a uno squallido esercizio di pura retorica da parte di molti dirigenti politici.»

«Inoltre parlare di “Acqua pubblica, privatizzazione, fuori la politica dalla società” vuol dire su questi punti – continuano i sindacalisti – ricordare che i soci sono i sindaci. E che quindi la politica avellinese e beneventana, dovrebbe supportare e aiutare l’azione degli amministratori degli enti locali. O meglio: indirizzare su scelte utili a tutte le comunità e non a una parte di essa, tutelando il bene acqua e l’ambiente”.

Acqua, il futuro dei territori

“Vorremmo – continuano – ragionare nel merito. E quindi, di come far vivere, non sopravvivere, l’Alto Calore. Una società che deve continuare a gestire un bene universale, ed utile, che determina il futuro dei territori. Ci chiediamo: come mai tutta questa attenzione non viene focalizzata sulla gestione della società? Come sono stati accumulati questi debiti, nonostante i soci sindaci siano esperti di bilanci, trovandosi tutti gli anni impegnati nei propri comuni?»

I sindacalisti aggiungono:«Sono queste le domande che restano inevase dall’onorevole De Caro, il quale non perde occasione di ripetere che lui detiene 15 deleghe: 15 sindaci che non hanno il tempo di rappresentare i propri cittadini, affidandosi all’onorevole.»

Quei venti milioni bloccati

“Tutti dovrebbero chiedere – sostengono Fiordellisi e De Maio – perché non si utilizza questo peso politico per chiedere all’Alto Calore di quei 20 milioni di euro stanziati dalla Regione e ancora bloccati. Soldi per opere che a regime portano un enorme risparmio sulla bolletta o per impostare un’azione decisa per il recupero crediti”.

«Noi, come Filtecm e come Cgil, siamo da sempre in campo in difesa dell’acqua pubblica e da anni proviamo a costruire un dibattito costruttivo per risolvere i problemi dell’Alto Calore. Ci sarebbe bisogno di una politica più responsabile, che superi gli slogan e impedisca clientele e interessi su un bene così prezioso per il nostro territorio.»

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie