Affitto in nero: cosa rischia l’inquilino?

Affitto in nero: cosa rischiano proprietario e inquilino in caso di contratto non registrato regolarmente? Si può parlare di reato? Scoprilo in questo articolo.

3' di lettura

Affitto in nero: è possibile? E cosa si intende esattamente con questo termine? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Quali sanzioni sono previste per l’inquilino e il proprietario che non registrano il contratto di locazione? Quando si può parlare di reato?

Vediamo insieme le informazioni fondamentali in merito alla questione. Continua a leggere l’articolo.

Affitto in nero: quali sanzioni sono previste?

Contratto di locazione non registrato: vediamo insieme quando scattano le sanzioni e l’entità dell’importo.

“Affittare in nero” un immobile significa – per il proprietario – percepire una somma di denaro senza però dichiararla (o dichiarandola solo parzialmente) al fisco, quindi, senza pagare le tasse previste.

Un proprietario di casa che permette a un inquilino di abitare nel suo immobile, con un semplice un accordo “privato” – ossia un contratto non regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate, scritto o verbale – sta proponendo un “affitto in nero”.

Tale condotta vede dalla parte del torto, dal punto di vista fiscale, non solo il proprietario, ma anche l’inquilino.

Infatti, per entrambi i soggetti sono previste delle sanzioni:

  • Il proprietario non può avvalersi della procedura speciale di sfratto in caso di insolvenza ma soltanto di quella ordinaria, più lunga e costosa. Lo stesso potrebbe essere citato in causa dall’inquilino: può richiedere addirittura la corresponsione di quanto versato e non pagare eventuali arretrati.
  • Naturalmente per l’affitto in nero scoperto dall’AdE bisogna restituire la quota di tasse non versate più le sanzioni (possono arrivare fino al 180% delle tasse non pagate).
  • Anche l’inquilino, seppur maggiormente tutelato dalla legge in caso di affitto in nero, va incontro a sanzioni riguardanti l’evasione fiscale dovuta alla mancata registrazione del contratto (è proprio l’inquilino a essere obbligato dalla legge alla registrazione).
Assegno di solidarietà, RdC si cambia, bonus: a domanda risponde The Wam

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Affitto in nero: è un reato?

Affitto in nero: è un reato? Le informazioni sopra riportate dovrebbero aver già fatto comprendere che, quando si parla di affitto in nero, non si parla di reato penale, ma esclusivamente di un illecito fiscale.

Come per molti altri illeciti di questo tipo ci si può ravvedere. È infatti possibile limitare l’entità delle sanzioni attraverso la registrazione tardiva del contratto.

In questo caso si dovranno pagare le tasse evase fino a quel momento più sanzioni, seppur ridotte. Anche in questo modo, però, le condizioni contrattuale saranno nulle: quindi, niente procedura di sfratto speciale o “diritti” su arretrati e canone non pagato.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie