Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto / Affitto non pagato per vizi immobile: ecco quando si può

Affitto non pagato per vizi immobile: ecco quando si può

Affitto non pagato per vizi immobile: quando ci sono danni in casa è possibile rifiutarsi di pagare l'affitto? Vediamolo insieme in questo approfondimento.

di The Wam

Novembre 2021

Affitto non pagato per vizi immobile – Il proprietario di casa è chiamato a mantenere la casa in affitto in condizioni adeguate, provvedendo alle riparazioni necessarie e alla manutenzione (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Se l’appartamento presenta dei problemi, è possibile evitare il versamento del canone?

Vediamolo insieme in questo approfondimento: se sei interessato all’argomento, continua a leggere.

Obblighi del locatore

Se il padrone di casa viene meno all’obbligo di mantenere l’appartamento in affitto, tramite manutenzione e interventi periodici, può incorrere nella risoluzione anticipata del contratto o alla riduzione del canone di locazione.

In sostanza, quindi, chi vive in una casa in affitto e si rende conto che il proprietario non rispetta l’obbligo di intervenire quando si presentano problemi nell’immobile potrebbe avere diritto a sospendere i pagamenti o a diminuire l’importo dovuto.

Ma non sempre si può smettere di pagare l’affitto, se l’appartamento presenta dei problemi. Nei prossimi paragrafi approfondiremo meglio i requisiti necessari affinché possa avvenire il mancato pagamento del canone di locazione

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Affitto non pagato per vizi immobile: quando è possibile?

Affitto non pagato per vizi immobile: abbiamo visto che in caso di gravi danni all’immobile in affitto è possibile sospendere interamente o parzialmente il versamento delle mensilità al proprietario.

Nel dettaglio, è possibile appellarsi al diritto di non pagare l’affitto quando viene a mancare la “controprestazione del locatore“, ossia quando il proprietario non interviene in caso di problematiche gravi in casa che impediscono totalmente di utilizzare il locale.

Parliamo quindi di importanti infiltrazioni, infestazioni, muffe e tutti quei danni strutturali che rendono impossibile e pericolosa la vita all’interno dell’immobile.

Attenzione, quindi: non basta individuare piccoli problemi per smettere di pagare l’affitto. Il diritto alla sospensione totale o parziale al versamento del canone è valido solo quando i vizi dell’immobile siano tali da impedirne l’utilizzo.

In sostanza, puoi appellarti al diritto di venire meno al pagamento solo se dimostri che la casa in affitto presenta criticità talmente elevate da impedirti di vivere al suo interno.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sull’affitto non pagato per vizi immobile non esitare a scriverci su Instagram.

affitto non pagato per vizi immobile
Affitto non pagato per vizi immobile: quando è possibile?

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp