Ha pestato col branco il carabiniere in piazza, ora chiede scusa

Antonio Longobardi è il 47enne che ha colpito il militare alla testa con un tavolino di metallo a Castellammare di Stabia. E' stato arrestato, ora con una lettera chiede scusa al militare ferito e ai carabinieri. E assicura: ho sbagliato, ma non sono un mostro.

Ha pestato col branco il carabiniere in piazza, ora chiede scusa
Uno degli aggressori del carabiniere picchiato a Castellammare di Stabia ora chiede scusa: ho sbagliato ma non sono un mostro.


1' di lettura

Insieme ad altre persone ha pestato a sangue un carabinieri a Castellammare di Stabia. Per essere più precisi è quello che ha sollevato un tavolino di ferro e lo ha scaraventato sulla testa del militare facendogli perdere i sensi (qui il video). Ora chiede scusa.

La lettera di Longobardi

Antonio Longobardi, 47 anni, è il più anziano del branco che ha picchiato in piazza Principe l’appuntato Giovanni Ballarò.

Ha scritto una lettera. Che oltre alle scuse contiene anche in nuce la sua linea difensiva.

Non so spiegarmi perché

Questo è parte del testo:

“Dire adesso che sono un bravo ragazzo, un buon padre di famiglia, un buon marito è troppo tardi. Quel gesto, ormai, l’ho compiuto e purtroppo neanche io so darmi una spiegazione. L’intera città di Castellammare è ferita – scrive Longobardi – , perché questi episodi non dovrebbero mai accadere”.

Ho sbagliato, ma non sono un mostro

“Le mie scuse – continua il 47enne – vanno prima di tutto al militare e a tutta l’arma dei carabinieri. Spero che un giorno possa perdonarmi. Sono un ragazzo che ha sbagliato e possiamo sbagliare tutti. Giudicare è giusto ma non definitemi un mostro, perché non lo sono. L’unica cosa che mi rincuora è sapere che il militare sta bene ed è tornato a casa con la sua famiglia”.

L’episodio ha suscitato notevole impressione. E non solo in Campania. Il video del branco che aggredisce il giovane carabiniere, quella violenza gratuita, insensata, bruta, davanti a decine persone, tra la folla, ha suscitato molta impressione.

Castellammare scende in piazza: noi siamo di più

Nel frattempo questa sera, sul luogo del pestaggio, alle 18,30, si svolgerà una manifestazione. E’ prevista la presenza del vescovo, Francesco Alfano, di politici, società civile, associazioni. Per dimostrare ai violenti che #noisiamodipiù.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie