Aias, lavoratori disperati: “Dieci mesi senza stipendi”| VIDEO

2' di lettura

Più di due milioni di euro di debiti dell’Aias nei confronti dei lavoratori. Dieci mensilità arretrate. Questo pomeriggio un gruppo di operatori dei centri di Nusco e Calitri era davanti alla sede Asl di Avellino a via Piave. Marco D’Acunto, segretario Fp-Cgil, che ci spiega: «Vogliamo parlare con il direttore dell’Asl di Avellino, Maria Morgante, per fare il punto della situazione. Ci sono arretrati contrattuali che risalgono al 2004. Una massa debitoria enorme. Ci devono dire se l’Aias può ancora fornire i propri servizi. E come fa a essere ancora accreditato un ente in condizioni simili».

I lavoratori volevano confrontarsi con la direttrice dell’azienda sanitaria locale, Maria Morgante.

La situazione dei dipendenti Aias è rimasta “congelata”, mentre l’inchiesta giudiziaria prosegue. A marzo ci sarà l’udienza preliminare per le persone coinvolte nel filone principale dell’indagine. Fra gli altri anche la moglie dell’ex presidente del consiglio e sindaco di Nusco, Ciriaco De Mita, e l’ex presidente Aias, Gerardo Bilotta.

Marco D’Acunto

I commissari dell’Aias, Remo Del Genio e Antonio Maurizio Arci, al momento dell’insediamento avevano evidenziato gravi debiti. Si parlava di cinque milioni di euro da versare a Inps ed Erario.

A questo si aggiungono proprio stipendi non versati, arretrati contrattuali e Tfr.

L’accreditamento provvisorio utilizzato dall’Aias era finito anche al centro dell’indagine della Procura di Avellino. Accreditamento che aveva permesso all’Aias di usufruire di finanziamenti regionali. La Onlus, per i magistrati avellinesi Rosario Cantelmo e Vincenzo D’Onofrio, avrebbe impropriamente usufruito di questi contributi. E distratto alcune cifre attraverso società compiacenti che nulla avevano a che fare con il mondo della sanità.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie