Ladd e Davis: al Godot Art Bistrot altre due perle

2' di lettura

Due perle nascoste, tra hip hop, elettronica, folk, jazz e una buona dose di rock. Due personaggi che si sono ritagliati un posto importante nella musica alternativa. Uno di loro è ritenuto tra i padri dell’hip hop, l’altro è stato il 50 per cento dei Folk Implosion, un duo sospeso tra Pearl Jam, Neil Young e l’avanguardia. Entrambi saranno al Godot Art Bistrot, per una delle due date italiane del loro tour europeo (che comprende Parigi, Berlino, Stoccolma e Reyjavik).

leggi anche Egg Festival, al Godot 6 concerti in 4 giorni: tra punk e sirene del Nord

Mike Ladd e John Davis si esibiranno il 27 marzo. Un concerto che arricchisce la già nutrita serie di appuntamenti musicali avellinesi. Per quella che possiamo ben definire una “primavera rock”.

Mike Ladd

Un genio venuto dal Bronx

Mike Ladd arriva dal Bronx (ma è nato a Cambridge), è un personaggio mito dell’hip hop mondiale. Un guru, lo definisce Luca Caserta del Godot. Ma anche qualcosa di più: un genio. La sua musica è a tratti indefinibile, un flusso inesauribile di miscele esplosive, dove jazz e punk si ritrovano all’incrocio con elettro funk, soul, con insistite strizzatine d’occhio al grandissimo Gil-Scot Heron. E sopra questo tappeto magmatico di note, la sua voce calda, versatile. Che rappa, a volte canta. Con conseguenze imprevedibili. E inimitabili.

E’ ritenuto uno dei padri dell’hip hop, ma proprio per la sua continua ricerca è rimasto ai margini del successo commerciale. E’ comunque un abile produttore (e naturalmente polistrumentista: soprattutto basso e batteria). Sul magazine on line Pitchfork, i suoi dischi – ne ha incisi quindici in studio – hanno quasi tutti un punteggio più alto dell’otto (siamo nei territori dell’eccellenza).

John Davis, da cuffie di notte per ascoltare l’anima

The Folk Implosion – Natural One

John Davis, viene da Boston, ha una discreta carriera solista, ma è più noto per essere uno dei due componenti, insieme a Lou Barlow, dei Folk Implosion, una band di successo (anche per aver realizzato buona parte della colonna sonora di Kids, il film di Larry Clark). Dopo quell’esperienza ha pubblicato un album (arrivato al termine di sedici anni di silenzio come solista). Secondo “Paste”, la sua musica suona come “i Lambchop con un tenore” ed è meglio ascoltarla “con le cuffie, a tarda notte, per meditare sull’anima”.

La domanda è: come si combinerà con i multiformi colori proposti da David Ladd? Per la risposta basta aspettare il 27 marzo. L’appuntamento è al Godot Art Bistrot.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie