Gubitosa alla Commissione antimafia: in Irpinia lanciata Opa della camorra


2' di lettura

Michele Gubitosa è il primo parlamentare irpino a prendere una posizione netta e decisa sull’allarme criminalità in Irpinia. Il deputato del Movimento 5 Stelle ha scritto al presidente della Commissione antimafia, Nicola Morra.

Una lettera dettagliata, che sollecita delle decise prese di posizione rispetto a una situazione che rischia di riportare la provincia di Avellino indietro di venti anni. A quella stagione di sangue e piombo caratterizzata dalla presenza del clan Partenio.

Gubitosa individua quattro epicentri, Avellino, Montoro, Quindici e Montemiletto. In questi tre centri nelle ultime settimane si sono verificati episodi decisamente inquietanti e che lasciano supporre la presenza forte di una nuova criminalità organizzata.

“Episodi – scrive il parlamentare irpino – tutt’altro da sottovalutare, inanellati a pochi giorni di distanza, a poche ore in alcuni casi, che hanno allarmato la cittadinanza e fatto propendere gli inquirenti a direzionare le indagini verso una vera e propria Opa lanciata con il placet di altri gruppi della criminalità organizzata che non sarebbero direttamente in campo ma manterrebbero comunque i propri interessi in settori strategici quali l’immobiliare che da sempre è stato tra i principali business della Camorra”.

Gubitosa chiede a Morra di occuparsi di questa vicenda.

Il deputato irpino del Movimento 5 Stelle descrive a al presidente della commissione antimafia il clima che sta vivendo la provincia di Avellino. Ed elenca i fatti di cronaca che – concatenati o meno – hanno suscitato allarme. A partire dalle fiamme dolose che hanno distrutto le auto dell’allora consigliere comunale Sabino Morano (nell’estate del 2018). Per continuare con i colpi di pistola esplosi a Quindici il sei aprile contro la sede locale di Irpiniambiente. Ricordando i numerosi incendi di auto che hanno illuminato le notti di Montoro. Le tre auto carbonizzate il 19 settembre a Montemiletto. Per finire ai recenti fatti di cronaca di Avellino, con la bomba lasciata esplodere nell’auto dell’imprenditore Sergio Galluccio, gli spari contro le vetture di Damiano Genovese e l’aggressione all’assessore Giuseppe Giacobbe.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!