Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Salute / Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio

Allarme nucleare, corsa all'acquisto di pillole di iodio: gli eventi della guerra in Ucraina hanno spinto molti ad acquistare il farmaco: ma serve davvero?

di The Wam

Marzo 2022

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio. In tutta Europa, soprattutto in Belgio e Francia, c’è la fila nelle farmacia per acquistare le pillole di iodio da assumere in caso di radiazioni. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: disastro nucleare

Una precauzione che si è attivata per il timore di un disastro nucleare, una conseguenza imprevedibile e disastrosa della guerra che si sta combattendo in Ucraina.

Del resto gli attacchi delle forze armate russe contro le centrali nucleari di Zaporizhzia (la più grande del continente) e Chernobyl, lasciano il campo all’apprensione.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: ma servono?

Ma le pillole di iodio servono a qualcosa o sono inutili?

Per i medici bisogna stare attenti, l’uso di queste compresse senza un controllo medico non solo è sbagliato, ma può rivelarsi dannoso.

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: scorte

Comunque sia l’Italia sta verificando le scorte nelle farmacie. Assumere iodio è una delle strategie per tentare di ridurre gli effetti sul corpo umano delle radiazioni. L’aumento delle richieste da parte dei cittadini ha spinto il ministero della Salute e la Protezione civile a verificare il quantitativo delle scorte di pillole di iodio conservate nel nostro Paese.

Quella sostanza, ripetono gli esperti, va assunta in determinate dosi e non è utile come difesa preventiva se non c’è radioattività.

Guerra in Ucraina: senza gas russo consumi razionati

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: come Chernobyl

L’uso dello iodio da parte della popolazione risale al 1986, quando si è verificato il disastroso incidente nella centrale nucleare di Chernobyil. Il sale di iodio stabile può bloccare l’assorbimento dello iodio radioattivo, una difesa che riguarda in particolare la tiroide.

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: Piano nazionale

L’acquisto indiscriminato di iodio da pare della popolazione non deve sorprendere. L’utilizzo di queste compresse è consigliato nel Piano nazionale delle misure protettive contro le emergenze radiologiche e nucleari, che è stato realizzato nel 2010 e che dovrebbe essere presto aggiornato.

Il Piano individua a disciplina la gestione delle emergenze nucleari e le misure da adottare se si verificano degli incidenti in Europa.

«La popolazione – si legge nel documento – deve essere informata e aggiornata sulle misure di protezione sanitaria da applicare nei vari casi prevedibili e sul comportamento da adottare».

Guerra in Ucraina: minaccia atomica, bisogna avere paura?

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: dosi

Se si verificasse un incidente severo, come quello sfiorato alcuni giorni fa in Ucraina, il Piano prevede «la distribuzione di iodio nelle aree più interessate». Questo intervento viene ritenuto importante per proteggere la tiroide, ma deve essere tempestivo: al massimo entro le prime 6, 8 ore dall’inizio dell’esposizione.

Nel documento si raccomandano queste dosi:

Guerra in Ucraina, perché pasta e pane costeranno di più

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: velocità

Il punto riguarda proprio la velocità con la quale queste pillole di iodio devono essere somministrate prima di un disastro nucleare, ovvero entro le 6, 8 ore dall’evento.

Il Piano segnala due modelli:

Alcune Regioni si stanno muovendo anche da sole per verificare la quantità di scorte disponibili di iodio stabile nelle farmacie.

Ma non c’è per ora nessun allarme, è solo una ovvia precauzione, resa più urgente dagli eventi di questi ultimi giorni.

Allarme nucleare, corsa all’acquisto di pillole di iodio: cosa succede

Vediamo in sintesi cosa accade in caso di emergenza radioattiva, come quella che potrebbe verificarsi se venisse colpita da una bomba una centrale nucleare (anche in Ucraina):

Se sei interessato puoi legge anche:

Guerra in Ucraina, 3 rischi per l’Italia

L’Italia può partecipare alla guerra?

In caso di guerra chi viene chiamato alle armi?

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp