Anf per lavoratori domestici: come bisogna fare domanda?

Anf per lavoratori domestici: scopri a chi spettano, come si calcola l'importo e come fare domanda.

3' di lettura

Anf per lavoratori domestici: anche colf, badanti, baby sitter tra le categorie lavorative che hanno diritto agli assegni per il nucleo familiare. Ci sono delle particolarità per quanto riguarda la domanda nel loro caso? Ecco la procedura che devono seguire (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Anf per lavoratori domestici: a chi spettano?

Anche colf, badanti, baby sitter e tutti gli altri tipi di collaboratori (compresi quelli in somministrazione) hanno diritto agli assegni per il nucleo familiare. Le modalità di determinazione dell’importo sono praticamente uguali a quelle che si applicano alla generalità dei lavoratori dipendenti: l’Inps prende in considerazione, infatti, numerosità/composizione del nucleo familiare e fascia di reddito in cui quest’ultimo rientra.

D’altra parte, a differenza di quanto accade per gli altri lavoratori, l’ente prende in considerazione anche i contributi versati dal collaboratore domestico nell’anno solare precedente al periodo in cui si fa domanda.

Da precisare che gli anf per lavoratori domestici spettano anche agli extracomunitari, a meno che non abbiano un contratto stagionale: in quel caso sono esclusi. Fondamentale tenere a mente che gli assegni spettano:

  • solo per i familiari residenti in Italia (nel caso in cui il paese di provenienza non abbia stipulato patti con l’Italia in materia di Welfare)
  • anche per i familiari residenti all’estero se l’Italia ha stipulato con il paese di provenienza dei patti in materia di Welfare
  • anche per i familiari residenti all’estero, pur in mancanza di patti tra l’Italia e il paese di provenienza in materia di Welfare, se il lavoratore ha la residenza in Italia e risulta assicurato in almeno due stati membri Ue.

Ricevi tutte le news su Anf per lavoratori domestici, bonus e notizie dal mondo del lavoro su whatsapp.

Anf per lavoratori domestici: come si fa domanda?

Come per tutti gli altri lavoratori – ad eccezione degli operai agricoli – anche i collaboratori domestici devono inviare la domanda di assegni familiari attraverso l’apposito servizio online messo a disposizione dall’Inps sul proprio sito web.

L’erogazione degli Anf per i collaboratori domestici avviene di solito con accredito diretto da parte dell’Inps e non in busta paga. Perché? Nella maggior parte dei casi il datore di lavoro è un privato che non può fungere da sostituto di imposta e, in breve, erogare il sostegno in busta paga.

Se vuoi fare domande specifiche sugli Anf per lavoratori domestici, i bonus o i temi legati al mondo del lavoro seguici su Instagram.

Per ricevere tutte le ultime notizie sui pagamenti del reddito di emergenza: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 78mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie