Antonio, 15 anni: “Vi racconto il mio primo corteo anticamorra”

Avellino, il 15enne Antonio lotta per i platani: basta chiacchiere
2' di lettura

Il corteo anti-camorra ad Avellino, l’ho vissuto tutto. Ero lì dalle 7:45 . Insieme ad altri amici, tutti pronti a partire. C’eravamo noi ragazzi, ma anche adulti e qualche anziano. Per la Giornata della Memoria delle vittime di mafia, organizzata da Libera Campania, c’è stata un’affluenza di migliaia di persone ad Avellino. (Qui tutte LE IMMAGINI del corteo)

Le voci dei protagonisti del corteo anti-camorra

Marcia anti-camorra ad Avellino: respiravamo aria Libera

Onestamente non mi aspettavo tutta questa gente perché nella nostra Irpinia il fenomeno mafioso e un po’ sottovalutato soprattutto negli ultimi anni. La provincia di Avellino, infatti, è storicamente definita “un’isola felice” ma in realtà, come abbiamo capito anche oggi grazie ai protagonisti che contrastano quotidianamente le mafie, non è così. Basta sentire quello che ha detto il procuratore capo di Avellino, Rosario Cantelmo: “La mafia può essere ovunque. Si infiltra nel tessuto sociale grazie alle nuove leve”.

Si sentiva l’entusiasmo di tutti i ragazzi attraversare la pelle e arrivare dritto al cuore.

Marcia anti-camorra: le voci dei ragazzi

“Mai viste tante istituzioni insieme”- ci dice Daniele, studente di una scuola superiore dell’hinterland beneventano – “l’emozione è forte e siamo pronti a partire”.

“Non mi aspettavo la presenza di scuole elementari e la secondaria di primo grado”- segue Federica, lei studia ad Avellino -“ Viva noi giovani, viva la legalità e viva Libera”.

La marcia è passata per tutta la città tra passanti incuriositi e cittadini affacciati ai balconi e alle finestre entusiasti. Una serie di striscioni che inneggiavano alla legalità. Ho scorto le figure del magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e maglie con la scritta “Libera di vari colori, un arcobaleno di speranza.

Una banda musicale ha fatto da colonna sonora al corteo per tutta la durata del percorso tra musiche dei cantautori italiani che non si sono mai interrotte. Non poteva mancare il commento di una delle tante istituzioni presenti.

Il sindaco di Solofra: “Marcia anti-camorra, segnale importante”

Il sindaco di Solofra, entusiasta della folta presenza giovanile al corteo anti-camorra, dice ai nostri microfoni: “Sono proprio contento, veramente una bellissima iniziativa. Questa manifestazione ci consente di aprire un’importante discussione sulla legalità che deve essere alla base del nostro vivere quotidiano.

Bisogna segnalare la folta presenza giovanile, sono loro il futuro ed è bellissimo che siano qui presenti, complimenti alle scuole e alle famiglie che hanno permesso tutto ciò. E’ giusta la presenza delle scolaresche”- continua- “la scuola non deve chiudersi a una didattica stretta perché è necessario anche aprirsi all’esterno e questo è uno di questi momenti”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!