Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Consigli per gli acquisti » Invalidità Civile / Apparecchi acustici, tipologie e durata: come sceglierli

Apparecchi acustici, tipologie e durata: come sceglierli

Apparecchi acustici, tipologie e durata: come sceglierli in base alla sordità posseduta e come varia il prezzo a seconda della tipologia.

di The Wam

Marzo 2022

Gli apparecchi acustici sono delle protesi che deve indossare chi è affetto da un qualsiasi tipo di sordità che non permetta di vivere una vita in modo autonomo e soddisfacente (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ci sono svariati tipi di apparecchi acustici e, spesso, la scelta non può solo essere funzionale, visto che molti tengono anche all’estetica.

Proprio per questo i produttori di protesi auricolari vendono diversi tipo di apparecchi acustici, adatti a tutte le esigenze. In questo articolo vedremo quali sono i più comuni per fare una scelta consapevole.

Apparecchi acustici, tipologie

L’apparecchio acustico più potente, robusto e facile da usare è certamente quello BTE (behind the ear), ossia quello che si posa dietro il padiglione auricolare e, tramite un tubicino, comunica con l’orecchio.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Questo tipo di apparecchi acustici è certamente il più visibile, quindi non adatto a chi non vuole far vedere di avere una protesi acustica.

Ci sono delle varianti più piccole dei dispositivi BTE, che però sono meno potenti, quindi meno efficaci (scopri le ultimissime notizie sull’invalidità civile e la legge 104).

La seconda tipologia di apparecchi acustici è la ITE (in the ear). Questi apparecchi si inseriscono nell’incavo dell’orecchio, sono generalmente meno potenti dei BTE, ma certamente più discreti.

Ci sono poi gli apparecchi acustici ITC (in the canal) che vanno direttamente nel canale uditivo. Sono quindi, per loro natura, più piccoli e quindi hanno una batteria più limitata. La durata nel tempo sarà quindi minore.

Gli apparecchi CIC (completely in the canal) invece sono inseriti completamente nel canale uditivo, sono meno visibili ma più fragili. Costano di più perché per realizzarli si parte da uno stampo dell’orecchio del paziente.

Abbiamo, infine, gli IIC (invisible in the canal), che sono praticamente impossibili da notare, ma sono montati a pochi millimetri dal timpano. Sono molto fragili e di solito costosi.

Hai una percentuale di invalidità superiore o pari al 33%? Leggi questa guida e scopri a cosa hai diritto.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul lavoro domestico ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Apparecchi acustici, quanto durano?

La durata degli apparecchi acustici dipende innanzitutto dalla batteria, che però è sostituibile in molti modelli. Per il resto incide:

Apparecchi acustici, quale devo scegliere?

Innanzitutto, chiariamo subito una cosa importante, che farà storcere il naso a molti: gli apparecchi acustici di buona qualità costano tanto. Quando vedete un’offerta che vi sembra vantaggiosa è probabile che stiate per acquistare un prodotto di scarsa qualità.

Non è possibile fare una stima dei costi proprio perché ci sono varie tipologie di apparecchi. Vi anticipiamo che però se non ci tenete tanto all’estetica risparmierete molto.

In linea di massima però, almeno in questo periodo storico, il costo di un apparecchio acustico di fascia media si aggira intorno ai 1.500 euro.

Consigliamo di non scegliere autonomamente o affidandosi a rappresentanti dell’una o dell’altra azienda. Fate una visita audiometrica e audiologica da un foniatra di vostra fiducia che possa suggerirvi un buon audioprotesista.

Le truffe in questo settore sono molto diffuse, non fidatevi del primo arrivato che vi promette miracoli a prezzi stracciati.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Apparecchi acustici, tipologie e durata: come sceglierli
Apparecchi acustici, tipologie e durata: come sceglierli

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1