Avellino, pistola in casa: inizia il processo all’ex consigliere. Attesi i testimoni

Domani, 9 giugno 2020, è previsto l'ascolto dei primi testimoni nel procedimento penale a carico di Damiano Genovese



1' di lettura

Pistola in casa, inizia il processo all’ex consigliere comunale di Avellino (Lega) Damiano Genovese. In aula, domani 9 giugno 2020, saranno ascoltati i primi testimoni. Il protocollo Covid-19 consente che siano trattati i processi con detenuti: l’imputato è sottoposto agli arresti domiciliari.

Le accuse

Le accuse sono di ricettazione e detenzione abusiva di una pistola (risultata rubata) e di alcune cartucce. La Dda di Napoli (Pm Anna Frasca) contesta anche l’aggravante mafiosa per aver agevolato – questa l’ipotesi di reato – il Nuovo Clan Partenio, gruppo criminale per il quale a breve dovrebbe essere chiesto il processo.

L’udienze di domani arriva dopo una perquisizione domiciliare eseguita, a settembre dello scorso anno, dai carabinieri del comando provinciale di Avellino, diretti dal colonnello Massimo Cagnazzo. Un controllo nato da una segnalazione in caserma, relativa ad alcune auto danneggiate da proiettili fra le quali quella di Genovese.

L’ex consigliere aveva accompagnato in camera i militari del nucleo investigativo, coordinati dal capitano Quintino Russo, consegnando spontaneamente la pistola e alcune cartucce. Ai Pm aveva raccontato di aver preso l’arma da alcune persone del napoletano, delle quali non ricordava il nome, per difendersi dai furti.

La difesa

La vicenda si è incrociata con un’altra indagine, quella sul Nuovo Clan Partenio, nelle cui carte si fa riferimento all’attentato del quale è stato vittima Genovese. Su questo e altri aspetti gli avvocati, Gerardo Santamaria e Claudio Mauriello, proveranno a costruire la linea difensiva con cui far cadere l’aggravante mafiosa.

Uno dei ragionamenti è: in che modo Genovese poteva agevolare il clan se, nella prima inchiesta, non risulta mai interno all’associazione (non gli è contestato il concorso diretto nell’associazione mafiosa teorizzata) e sembrerebbe essere persino finito nella “lista nera” del gruppo? Domani potrebbero arrivare le prime risposte.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!