Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno unico su Rdc: 4 giorni per la data degli arretrati

Assegno unico su Rdc: 4 giorni per la data degli arretrati

L’assegno unico su Rdc dovrebbe arrivare entro questa settimana a chi non ha ricevuto quello di ottobre.

di Chiara Del Monaco

Dicembre 2022

Dopo che i pagamenti del Reddito di cittadinanza sono stati sbloccati, si prevedono nuovi accrediti anche per l’assegno unico su Rdc, essendo collegato al sussidio anti-povertà. Per questo motivo, i prossimi giorni saranno decisivi (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il pagamento del Reddito di cittadinanza si è finalmente sbloccato e questa è una buona notizia non solo per le famiglie che percepiscono il Rdc ma anche per coloro che hanno figli a carico e attendono l’assegno unico su Rdc di ottobre.

Visto lo sblocco degli accrediti, nei prossimi giorni dovrebbero iniziare anche i pagamenti per il contributo per figli a carico. Per questo motivo è bene monitorare costantemente le disposizioni di accredito.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Assegno unico su Rdc: prossimi giorni decisivi

Come anticipato in apertura dell’articolo, i pagamenti del Reddito di cittadinanza di novembre sono stati sbloccati: alcune famiglie, infatti, hanno visto la data di domani 13 dicembre 2022 come giorno di accredito del sussidio.

Di conseguenza, visto che l’assegno unico su Rdc è direttamente collegato alla prestazione anti-povertà, nei prossimi giorni dovrebbero sbloccarsi anche gli accrediti per coloro che hanno figli fiscalmente a carico.

Ricordiamo, a tal proposito, che la mensilità non pagata dell’assegno unico su Rdc è quella riferita a ottobre e non a novembre, in quanto il pagamento dell’assegno unico sulla carta Rdc fa sempre riferimento al mese precedente. Invece, l’importo di novembre arriverà dopo la ricarica del Rdc di dicembre (che dovrebbe avvenire in anticipo tra il 20 e il 23 dicembre).

Partendo dalla disposizione di pagamento del Rdc di domani, 13 dicembre, è possibile che la data dello’assegno unico su Rdc venga comunicata nei giorni seguenti e pagata entro la fine di questa settimana, quindi entro venerdì 16 dicembre 2022.

Per questo motivo, chi non ha ricevuto l’assegno unico su Rdc riferito a ottobre, è invitato a controllare ogni giorni il fascicolo previdenziale del cittadino per vedere lo stato dei pagamenti.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Nel video di seguito analizziamo se l’assegno unico 2023 sarà più alto per coloro che perdono il Reddito di cittadinanza.

Assegno unico su Rdc: come monitorare i pagamenti

Con lo sblocco degli accrediti del Reddito di cittadinanza di novembre in ritardo, possiamo aspettarci delle novità anche sul fronte dell’assegno unico sul Reddito di cittadinanza per coloro che ne hanno diritto. In particolare, i prossimi quattro giorni saranno decisivi per questi arretrati.

Di conseguenza, coloro che sono in attesa del pagamento dovrebbero tenere sotto controllo la propria area riservata del sito dell’INPS, così da vedere le disposizioni di pagamento, ma anche gli importi in arrivo.

Poiché il fascicolo previdenziale del cittadino è uno strumento molto importante non solo per l’assegno unico, ma per tutte le prestazioni erogate dall’INPS, potrebbe essere utile fare un riepilogo sulla procedura.

Dunque, per accedere al fascicolo previdenziale del cittadino è necessario essere in possesso delle credenziali digitali, in particolare una di queste:

Una volta dentro l’area riservata, bisogna cliccare su Prestazioni, poi Pagamenti e infine sull’anno di riferimento, quindi 2022. Questa procedura può essere svolta in maniera autonoma, oppure ci si può far assistere da un CAF (Centro di assistenza fiscale) che la eseguirà al posto del cittadino interessato. In alternativa, è comunque possibile rivolgersi al Contact Center Multicanale dell’INPS, chiamando il numero 803 164 gratuitamente da rete fissa o 06 164 164 a pagamento da cellulare.

Leggi le tabelle con tutti gli importi dell’assegno unico, controlla se ti stanno pagando tutte le maggiorazioni dell’assegno universale, vedi come funziona per chi è disoccupato e come cambiano le cifre dell’assegno unico con i figli con disabilità

Assegno unico su Rdc in arrivo: prossimi giorni decisivi per gli arretrati

Assegno unico su Rdc e con domanda: altri accrediti in arrivo

L’assegno unico su Rdc non è l’unico pagamento atteso in questi giorni. Infatti, proprio oggi è previsto il pagamento del contributo economico per le famiglie che hanno fatto domanda e che aspettavano l’importo di novembre.

Altri arretrati senza Rdc sono arrivati anche la scorsa settimana, e in particolare:

Inoltre, tra questa e la prossima settimana inizieranno i pagamenti dell’assegno unico per il mese di dicembre rivolti alle persone che non ricevono il Reddito di cittadinanza. Anche se non sono ancora state pubblicate delle date ufficiali, sulla base dei mesi precedenti possiamo aspettarci queste finestre di accredito per l’assegno unico:

Sia per chi prende il Rdc sia per chi ha fatto domanda, i pagamenti della prestazione per figli a carico dovrebbero continuare fino alla fine di dicembre (ricordiamo che cambiano da persona a persona).

Tenendo conto di questi periodi plausibili per i prossimi pagamenti, consigliamo comunque ai lettori di monitorare la propria area riservata del sito dell’INPS. Ovviamente, non appena l’Istituto pubblicherà delle date precise, sarà nostra premura informare i lettori.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp