Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione marzo: cos’è il conguaglio arretrati e a chi spetta

Pensione marzo: cos’è il conguaglio arretrati e a chi spetta

Arretrati della pensione di marzo 2023: a chi spetta il conguaglio? Ecco beneficiari ed esclusi dalla rivalutazione.

di Carmine Roca

Febbraio 2023

Arretrati della pensione di marzo 2023: cos’è il conguaglio e a chi spetta? (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Arretrati della pensione di marzo 2023: a chi spetta il conguaglio?

Sono in arrivo gli arretrati della pensione di marzo 2023: lo ha annunciato l’INPS, con la circolare numero 20 del 10 febbraio 2023.

L’istituto effettuerà un conguaglio sulle prestazioni di importo superiore a 2.101,52 euro lordi al mese.

In pratica, l’INPS pareggerà il debito con i pensionati che non hanno ancora ricevuto l’adeguamento della pensione, come da rivalutazione del 7,3% ufficializzata lo scorso 9 novembre con il decreto firmato dal ministro Giorgetti.

Cosa significa conguaglio? Parliamo di quell’importo erogato a copertura del debito accusato, in questo caso dall’INPS, calcolato sulla base dell’importo totale dovuto e a quanto già pagato.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle pensioni scrivici nel nostro gruppo Telegram.

Per comprendere meglio la consistenza degli arretrati della pensione di marzo 2023, osserva questa tabella:

IMPORTI PENSIONEIMPORTI ARRETRATI A MARZO
2.500 euro225 euro
2.800 euro218 euro
3.000 euro232 euro
4.000 euro274 euro
4.500 euro243 euro
5.000 euro270 euro
5.500 euro261 euro
6.000 euro284 euro
Arretrati della pensione di marzo 2023: tabella arretrati

Ricordiamo che chi percepisce una pensione di importo inferiore a 2.101,52 euro non riceverà arretrati o ulteriori aumenti, in quanto gli assegni sono già stati rivalutati ed erogati con gli aumenti previsti, sia a gennaio che a febbraio.

Inoltre, vi ricordiamo che sulle pensioni fino a 2.625 euro lordi al mese è già applicato il 2% di rivalutazione anticipata disposta dal Governo Draghi e calcolata sulle pensioni degli ultimi 3 mesi del 2022.

Di conseguenza, sugli importi fino a 2.625 euro lordi mensili, la rivalutazione effettiva è del 5,3% (7,3% – 2% anticipato).

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Arretrati della pensione di marzo 2023: fasce di rivalutazione

Abbiamo visto che sono in arrivo gli arretrati della pensione di marzo 2023. L’INPS effettuerà un conguaglio incorporando alla pensione non solo gli aumenti previsti per la rivalutazione, ma anche gli arretrati degli aumenti non corrisposti a gennaio e a febbraio.

Per il 2023 e per il 2024, il sistema di rivalutazione delle pensioni, ovvero l’adeguamento degli assegni rispetto all’inflazione registrata l’anno precedente, è strutturato su sei fasce. La rivalutazione piena, come si evince dalla tabella in basso, spetta soltanto sugli importi fino a 2.101,52 euro lordi al mese:

IMPORTO PENSIONIRIVALUTAZIONE
Pensioni fino a 2101,52 euro lordi al mese100%
Pensioni da 2101,53 euro a 2625 euro lordi al mese85%
Pensioni da 2626 a 3150 euro lordi al mese53%
Pensioni da 3151 a 4200 euro lordi al mese47%
Pensioni da 4201 a 5250 euro lordi al mese37%
Pensioni di importo superiore a 5250 euro lordi al mese32%
Arretrati della pensione di marzo 2023: il nuovo sistema di rivalutazione

Come si può notare, le percentuali di rivalutazione si abbassano all’aumentare dell’importo della pensione fino a un minimo del 32% per gli importi superiori a 10 volte il trattamento minimo.

Arretrati della pensione di marzo 2023
Arretrati della pensione di marzo 2023: in foto una calcolatrice e alcune banconote di euro.

Arretrati della pensione di marzo 2023: pensioni escluse dalla rivalutazione

Non su tutte le pensioni si applica la rivalutazione del 7,3%. Sono escluse dalla rivalutazione ordinaria:

Queste prestazioni vengono rivalutate singolarmente e con criteri propri.

Ad essere escluse dalla rivalutazione sono anche le prestazioni di accompagnamento alla pensione, come l’Ape Sociale, che non sono soggette a perequazione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp