Artrite psoriasica, scoperto il meccanismo che la provoca. Cura più vicina

E' stato pubblicato su Nature Communications lo studio di un gruppo di ricercatori dell'Università di Oxford che potrebbe consentire di raggiungere l'obiettivo finale: comprendere la chiave che causa la malattia e individuarne una cura. In Italia la malattia colpisce 100.000 persone e se non trattata in modo adeguato è debilitante e pregiudica la qualità della vita.

1' di lettura

L’artrite psoriasica è una patologia cronica e potenzialmente invalidante che colpisce un terzo delle persone già affette da psoriasi. Può essere contrastata con farmaci e trattamenti, ma ora, una scoperta scientifica potrebbe consentire cure più mirate, è stato infatti scoperto il meccanismo di innesco molecolare della malattia.

La ricerca dell’Università di Oxford

La ricerca è stata portata a termine dai ricercatori dell’Università di Oxford, che hanno pubblicato i risultati su Nature Communications, dove si può leggere nei dettagli le modalità della ricerca, i riferimenti, le conclusioni, le prospettive cliniche.

Gli studiosi hanno individuato una delle cause dell’artrite psoriasica, un recettore che è presente nelle cellule immunitarie di chi è affetto dalla patologia e che consentirebbe di capire quello che fino a oggi è rimasto sostanzialmente un mistero: il meccanismo che provoca l’innesco molecolare.

Per capire la chiave che causa la malattia

Ed è proprio per questo una scoperta rilevante, perché avvicina i ricercatori all’obiettivo finale: l’individuazione della chiave che provoca la malattia. Un tassello indispensabile per arrivare a una terapia efficace e una cura. Fino a qualche anno fa questo risultato sarebbe stato impensabile o almeno oggettivamente molto lontano.

Colpisce 100.000 italiani

L’artrite psoriasica colpisce 100.000 italiani. Nella popolazione ha una prevalenza dello 0,3/1% e tra il 6/42% dei pazienti con psoriasi. I familiari dei pazienti che hanno l’artrite psoriasica hanno una probabilità di 40 volte superiore agli altri di sviluppare la malattia. Può colpire a tutte le età, anche se il picco è tra i 30 e i 40 anni.

Se non vien trattata in modo adeguato è una malattia invalidante con ricadute notevoli sulla qualità della vita dei pazienti.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie