Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Servizi Finanziari / Assegno bancario non trasferibile: come compilarlo

Assegno bancario non trasferibile: come compilarlo

Scopri insieme a noi cos'è l'assegno bancario non trasferibile e tutto quello che c'è da sapere per compilarlo o incassarlo.

di Jonatas Di Sabato

Febbraio 2022

Oggi vi parliamo di assegno bancario non trasferibile. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

In questo articolo vi spiegheremo cos’è, come va compilato, incassato e quali sono i tempi prima che scada.

Se sei interessato/a all’argomento e vuoi saperne di più continua a leggere l’articolo.

Assegno bancario non trasferibile: cos’è?

L‘assegno bancario non trasferibile è uno strumento tramite il quale puoi ordinare alla banca dove hai aperto un conto corrente di pagare una determinata cifra a un soggetto terzo, che può essere una persona fisica o giuridica (un’azienda).

La non trasferibilità indica che chi riceve questo assegno non potrà «girarlo» a sua volta ad un altro soggetto.

In base al Decreto Legislativo 231/2007 tutti gli assegni di importo pari o superiore ai 1000 euro devono essere non trasferibili.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Assegno bancario non trasferibile: come compilarlo

Solitamente gli istituti bancari rilasciano blocchetti degli assegni prestampati con già indicata l’opzione della non trasferibilità.

In generale, su un assegno troverai delle parti già stampate, come la denominazione della banca e le coordinate del conto corrente.

Quello che dovrai compilare sono la data e il luogo dove avviene l’emissione e l’importo dell’assegno. La cifra dovrà essere espressa sia in numeri sia in lettere. Infine dovrai firmare l’assegno. Ricorda che questi sono elementi obbligatori e l’assegno dovrà essere compilato in ogni parte richiesta, altrimenti non sarà incassabile.

Controlla, se la cifra è superiore ai 1.000 euro, che l’assegno riporti la dicitura “non trasferibile” perché se non c’è ed emetterai ugualmente l’assegno, potresti rischiare pesanti sanzioni:

L’assegno bancario non trasferibile deve contenere anche il nome o la ragione sociale del beneficiario. Anche in questo caso, in caso di assenza, potresti ricevere sanzioni fino a 50mila euro.

Assegno bancario non trasferibile: come si incassa?

Puoi incassare l’assegno o presso gli sportelli dell’istituto che lo ha emesso o presso la tua banca.

Il pagamento avverrà dopo che i controlli effettuati daranno esito positivo sull’identità di chi ha emesso l’assegno e sul beneficiario.

Devi anche sapere che se non possiedi un conto corrente, puoi ricevere il denaro in contanti.

Assegno bancario non trasferibile: come compilarlo
Assegno bancario non trasferibile: come compilarlo.

Assegno bancario non trasferibile: qual è la scadenza?

L’assegno bancario non trasferibile scade:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp