Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno di inclusione » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / Assegno di inclusione in Gazzetta: requisiti

Assegno di inclusione in Gazzetta: requisiti

Assegno di inclusione al posto del Rdc? Scopriamo come funziona, quali sono i requisiti e come si calcolano gli importi.

di Alda Moleti

Maggio 2023

La guida definitiva all’Assegno di inclusione (Ai) che nel 2024 sostituirà il Rdc (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Assegno di inclusione: come funziona?

Il Decreto lavoro (n. 48/2023) è stato approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 maggio 2023. Il testo contiene la normativa del nuovo Assegno di inclusione (Ai), ovvero una delle misure che a partire dal 1° gennaio 2024 sostituirà il Reddito di Cittadinanza. L’anno prossimo infatti, come previsto dalla legge di bilancio 2023, il Rdc sparirà per sempre.

L’Assegno di inclusione sarà comunque una misura più selettiva del Rdc e potranno beneficiarne solo i nuclei familiari dove almeno un componente è: affetto da disabilità, minorenne o ha già compiuto 60 anni.

I beneficiari otterranno un sussidio mensile per 12 mesi, dopo i quali l’Assegno di inclusione può essere rinnovato per altri 12 mesi.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno di Inclusione 2024 con risposte a oltre 100 domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno-di-inclusione-GU
Il Decreto lavoro in Gazzetta Ufficiale.

Assegno di inclusione: quali sono i requisiti?

I requisiti per beneficiare dell’Assegno di inclusione sono stabiliti dall’articolo 2 del Decreto lavoro e sono i seguenti:

Assegno di inclusione: come si calcolano gli importi

Ai beneficiari dell’Assegno di inclusione sarà corrisposta una cifra mensile per 12 mesi. Il calcolo degli importi segue lo stesso schema del Reddito di cittadinanza, cioè si moltiplica l’importo massimo annuo del beneficio, che è di 6.000 euro, per il parametro della scala di equivalenza.

Il parametro della scala di equivalenza è un valore numerico assegnato al nucleo familiare. Esso si ottiene assegnando 1 punto di partenza al nucleo beneficiario e poi aggiungendo:

Riepilogando, per calcolare l’importo dell’Assegno di inclusione, va prima determinato il valore della scala di equivalenza, poi questo numero va moltiplicato per 6.000 euro.

Solo se il nucleo familiare è composto esclusivamente da disabili gravi o persone sopra i 67 anni, la soglia di 6.000 euro si innalza a 7.560 annui. Quindi per ottenere l’importo annuo il valore della scala di equivalenza andrà moltiplicato per 7.560 euro.

Il calcolo dell’importo mensile dell’Ai si otterrà, ovviamente, dividendo per 12 la cifra ottenuta, cioè dividendo l’importo annuo per i 12 mesi dell’anno.

Assegno di inclusione: tabella degli importi

La tabella qui sotto offre una simulazione degli importi dell’Assegno di inclusione, in base alla diversa composizione del nucleo familiare. Inoltre, è contenuto un confronto con le somme assegnate invece dal Reddito di cittadinanza.

Composizione nucleo familiareScala di equivalenza con il RdcScala di equivalenza con l’AiBeneficio massimo annuale con il RdcBeneficio massimo annuale con l’Ai
1 adulto (con meno di 60 anni)16.000,00 euro
1 adulto (con meno di 60 anni) e 1 minore1,21,157.200,00 euro6.900 euro
2 adulti (con meno di 60 anni)1,48.400,00 euro
2 adulti (con meno di 60 anni) e 1 minore1,61,159.600,00 euro6.900 euro
2 adulti (con meno di 60 anni) e 2 minori1,81,3010.800,00 euro6.900 euro
2 adulti (con meno di 60 anni) e 3 minori21,4012.000,00 euro8.400 euro
3 adulti (con meno di 60 anni) e 2 minori2,11,3012.600,00 euro7.800 euro
4 adulti (con meno di 60 anni)2,112.600,00 euro
3 adulti (con meno di 60 anni, tra cui una persona in condizione di disabilità grave o non autosufficiente) e 2 minori2,21,3013.200,00 euro7.800 euro

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Assegno di inclusione: come richiederlo?

L’Assegno di inclusione sarà attivato nel 2024 e potrà essere richiesto online sul sito dell’INPS, dove è sempre prima necessario autenticarsi con SPID, CIE (Carta d’Identità elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). In alternativa, sarà possibile richiederlo chiedendo l’assistenza di Caf e Patronati.

Ad ogni modo, per richiedere l’Ai, sarà necessario prima di tutto l’iscrizione presso il Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa (SIISL). Ma istruzioni più dettagliate sull’invio della domanda di richiesta saranno fornite in seguito, a ridosso dell’attivazione della misura.

Assegno di inclusione: come viene pagato?

Per quanto riguarda la modalità di erogazione dell’Assegno di inclusione questa sarà molto simile al Rdc. I beneficiari riceveranno infatti una carta ricaricabile chiamata Carta di inclusione, con cui potranno pagare gli acquisti e prelevare contanti.

Il limite di prelievo mensile è di 100 euro per un singolo individuo. Nel caso di altri membri nel nucleo, l’importo massimo si calcola moltiplicando questi 100 euro per il parametro della scala di equivalenza.

Inoltre, con la Carta di inclusione sarà possibile fare 1 bonifico al mese, destinato a pagare l’affitto, ma il versamento deve essere fatto al locatore indicato nel contratto di locazione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp