Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno di inclusione » Bonus e Incentivi / Assegno di inclusione 2024 tabella

Assegno di inclusione 2024 tabella

Assegno di inclusione 2024 e tabella degli importi.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

Assegno di inclusione 2024: tabella degli importi aggiornati in base alla composizione del nucleo familiare (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Che cos’è l’Assegno di inclusione?

L’Assegno di inclusione (Adi), in vigore dal 1° gennaio 2024, rappresenta una nuova forma di sostegno sociale che sostituisce il Reddito di cittadinanza (Rdc). Questo assegno è specificatamente destinato ai nuclei familiari che includono un disabile, un minorenne, un ultrasessantenne o una persona seguita dai servizi sociali.

Per essere idonei all’Adi i nuclei familiari devono soddisfare requisiti economici, che sono analoghi a quelli del Rdc. Questi requisiti includono un ISEE familiare non superiore a 9.360 euro, oltre a condizioni legate a reddito e patrimonio.

La differenza principale tra l’Adi e il Rdc risiede nel target di beneficiari. Mentre il Rdc era una misura più generale di sostegno al reddito, l’Adi si focalizza su gruppi specifici di persone, rendendolo un intervento più mirato e selettivo.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno di Inclusione 2024 con risposte a oltre 100 domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come si calcolano gli importi di Assegno di inclusione

L’Assegno di inclusione è una misura volta a integrare il reddito familiare. L’obiettivo di questo sostegno economico è elevare il reddito annuo della famiglia fino a una determinata soglia. Nello specifico, un single senza redditi, può ricevere un massimo di 6.000 euro all’anno di Adi.

Ma l’Assegno di inclusione prende anche il posto della Pensione di cittadinanza per le famiglie composte unicamente da individui con almeno 67 anni, affetti da gravi disabilità o non autosufficienti. In questi casi, il contributo è più elevato, poiché mira a portare il reddito familiare annuo, sempre considerando una persona sola e senza entrate, a 7.560 euro .

Gli importi massimi sono comunque accessibili solo alle famiglie con reddito zero. L’importo effettivamente erogato diminuisce se nel nucleo familiare sono presenti altre fonti di reddito, ma cresce con l’aggiunta di altri membri familiari. Per calcolare l’importo dovuto, si moltiplica il massimo beneficio per un individuo senza entrate (6.000 euro o 7.560 euro) per il parametro della scala di equivalenza, che riflette la composizione del nucleo familiare.

Una volta ottenuto l’importo annuale teorico, si sottraggono eventuali redditi familiari per calcolare l’importo effettivamente spettante. Questo risultato viene poi diviso per 12, ottenendo così l’importo mensile della prestazione.

Come si calcola il parametro della scala di equivalenza dell’Adi

La formula di calcolo per gli importi dell’Assegno di inclusione presuppone, prima di tutto, che si determini il cosiddetto parametro della scala di equivalenza. Questa parametro altro non è che un numero che rappresenta la composizione del nucleo familiare.

Per il calcolo si assegna 1 punto al nucleo familiare e poi si aggiungono ulteriori punti a seconda della composizione del nucleo. In questo modo:

Assegno-di-inclusione-2024-e-tabella-decreto
La scala di equivalenza dell’Assegno di inclusione riportata sul Decreto Lavoro (a destra il testo corretto).

La formula di calcolo degli importi di Adi e Rdc

La formula di calcolo degli importi mensili dell’Assegno di inclusione è la seguente:

[(6.000 euro x parametro della scala di equivalenza) – reddito familiare] / 12

Soltatanto per i nuclei familiari composti esclusivamente da persone di oltre 67 anni o affette da gravi disabilità o non autosufficienza, si utilizza una formula diversa, che è questa:

[(7.560 euro x parametro della scala di equivalenza) – reddito familiare] / 12

Assegno di inclusione 2024 e tabella degli importi

La tabella qui sotto contiene un calcolo degli importi dell’Adi che tiene conto delle varie casistiche. Nel caso di nuclei con figli minorenni, le simulazioni sono effettuate immaginando che il minore abbia più di 3 anni.

Per i figli sotto i tre anni, infatti, il parametro della scala di equivalenza va maggiorato di + 0,4, poiché in questo caso si attribuisce ad uno dei genitori il cosiddetto “carico di cura”.

 Scala di equivalenzaImporto annualeImporto mensile
2 genitori + 1 figlio minorenne1,156.900 euro575 euro
2 genitori + 1 figlio maggiorenne0Non si ha diritto all’Ai 
2 genitori + 2 figli minorenni1,307.800 euro650 euro
1 genitori + 1 figlio minorenne1,156.900 euro575 euro
1 genitori + 2 figli minorenni1,307.800 euro650 euro
1 o 2 genitori + 1 figlio disabile16.000 euro500 euro
1 o 2 genitori + 2 figli disabili1,509.000 euro750 euro
1 o 2 genitori + 1 figlio minorenne + 1 figlio disabile1,156.900 euro575 euro
1 genitore + 1 figlio maggiorenne + 1 figlio minorenne1,156.900 euro575 euro
2 genitori + 2 figli maggiorenni0Non si ha diritto all’Ai
2 genitori + 3 figli minorenni1,408.400 euro700 euro
1 genitore + 1 figlio maggiorenne + 2 figli minorenni1,307.800 euro650 euro
1 genitore + 2 figli maggiorenni + 1 figlio minorenne1,156.900 euro575 euro
1 genitore + 3 figli maggiorenni a carico0Non si ha diritto all’Ai
    
Assegno di inclusione con uno o più figli: la tabella con gli importi

Quali sono i requisiti per richiedere l’Assegno di inclusione

Per poter richiedere l’Assegno di inclusione è fondamentale che all’interno del nucleo familiare sia presente una persona con disabilità, un minore, un anziano sopra i 60 anni o un individuo coinvolto in programmi di supporto riconosciuti dalle autorità pubbliche.

Inoltre, ci sono alcuni requisiti economici e patrimoniali da rispettare per accedere a questo tipo di sostegno. Vediamo quali sono!

Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno

Per poter richiedere l’Assegno di inclusione il nucleo familiare del richiedenti deve soddisfare questi requisiti legati a cittadinanza, residenza e soggiorno:

Requisiti economici e patrimoniali

Inoltre, i nuclei richiedenti devono rispettare specifiche condizioni economiche e patrimoniali. Queste includono:

Come richiedere l’Assegno di inclusione

L’Assegno di inclusione è diventato operativo dal 1° gennaio 2024, come stabilito dal Decreto Lavoro (n. 48/2023, art. 4, comma 1), il quale ha definito le procedure per la presentazione delle domande per questo nuovo sostegno.

Le domande per l’Assegno di inclusione possono essere inoltrate a partire dal 18 dicembre 2023 attraverso il sito web dell’INPS. I richiedenti devono autenticarsi utilizzando uno dei seguenti sistemi:

In aggiunta, per facilitare il processo e offrire supporto nella compilazione e nell’invio delle domande, è prevista la possibilità di rivolgersi ai Patronati. Questo offre un’opzione aggiuntiva per coloro che potrebbero avere difficoltà nell’accesso o nell’utilizzo dei servizi online.

FAQ: Domande frequenti sull’Assegno di inclusione

Cosa è cambiato per l’Assegno di inclusione a giugno 2023?

A giugno 2023 sono state introdotte alcune modifiche all’Assegno di inclusione. È importante tenere presente che, a partire dal 1° gennaio 2024, l’Assegno di inclusione prenderà il posto del Reddito di cittadinanza. Le modifiche riguardano l’obbligo per il percettore attivabile al lavoro di accettare la prima offerta congrua di lavoro.

Chi può beneficiare dell’Assegno di inclusione se ha più di 60 anni?

Le persone che hanno superato i 60 anni di età, hanno un ISEE di massimo 9.360 euro e rispettano i requisiti di reddito e patrimoni, possono beneficiare dell’Assegno di inclusione.

Ci sono differenze tra la Pensione di Cittadinanza e l’Assegno di inclusione?

Le differenze sostanziali tra la Pensione di Cittadinanza e l’Assegno di inclusione riguardano il calcolo degli importi spettanti. Per il resto i requisiti di età e le condizioni economiche restano pressoché invariati.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno di inclusione:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp