Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno di inclusione » Bonus e Incentivi / Assegno di inclusione aprile: chi può ricevere due ricariche

Assegno di inclusione aprile: chi può ricevere due ricariche

Assegno di inclusione: previste due ricariche ad aprile. Vediamo perché, ma soprattutto per chi sono previste.

di Marco Cagiano

Aprile 2024

L’Assegno di inclusione potrebbe arrivarti due volte ad aprile. Ovviamente si tratta di una condizione straordinaria, ma ci sono anche novità interessanti per quanto riguarda le date di pagamento. Ecco tutto ciò che è importante sapere su chi riceverà il sussidio e quando (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno di inclusione di aprile 2024 e pagamenti: a chi spetta due volte?

L’aspetto più importante di questo articolo riguarda sicuramente la possibile doppia erogazione che potrebbe arrivare ad alcune famiglie beneficiari di Assegno di inclusione. Come noto, infatti, la misura è praticamente appena nata (è operativa da gennaio 2024), quindi ci sono ancora diverse famiglie che lo stanno richiedendo o lo hanno richiesto da pochissime settimane.

La possibilità di un doppio accredito nel mese di aprile riguarda proprio chi ha chiesto la misura da poco, in particolare nel mese di febbraio. Molti beneficiari hanno fatto domanda a febbraio, entro il 29, compilando anche il Patto di Attivazione Digitale, ma la richiesta è stata processata (e quindi ha dato esito) solo nel mese successivo.

I pagamenti, come molti sanno, iniziano proprio dal mese successivo all’invio della domanda compresa di PAD, quindi per queste famiglie dovrebbe spettare già da marzo. Non essendo però stata processata la domanda, queste famiglie non hanno ricevuto nulla a marzo e quindi sono indietro di una mensilità.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno di Inclusione 2024 con risposte a oltre 100 domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Ad aprile, quindi, riceveranno la carta Adi a metà mese con dentro l’accredito relativo a marzo e poi il regolare pagamento a fine mese che corrisponde invece alla mensilità di aprile stesso. Questo, almeno, è l’iter di pagamento previsto.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Assegno di inclusione di aprile 2024 e pagamenti: ecco le date

In parte, ne abbiamo già parlato nel precedente paragrafo. Non abbiamo però specificato le date precise di pagamento che in genere sono in due momenti distinti del mese:

Nel mese di aprile, però, ci saranno differenze per entrambe le date. Per alcuni si tratta di buone notizie, mentre per altri ci sarà da avere un attimo più di pazienza. Infatti, chi deve ricevere la prima mensilità Adi insieme alla carta dovrà aspettare il 16 di aprile, nonostante il 15 sia un giorno della settimana (lunedì).

Per chi invece il pagamento deve arrivare il 27, trattandosi di un sabato, ci sarà un lieve anticipo: i pagamenti arriveranno venerdì 26 aprile. Insomma, buone notizie per alcuni e meno buone per altri, sempre che non si rientri in entrambe le date di pagamento come visto nel precedente paragrafo.

In ogni caso, invitiamo TUTTI i beneficiari a controllare sempre la disposizione di pagamento direttamente sul sito INPS nella propria area personale, in modo da non potersi sbagliare. Proprio nell’area personale si possono trovare tutte le informazioni circa la propria situazione, i pagamenti in arrivo e anche lo stato della domanda.

Se vuoi vedere quando arriva l’Assegno di inclusione caso per caso, ti suggeriamo questo video YouTube:

Assegno di inclusione: come si presenta domanda?

Abbiamo visto come funziona lo step successivo alla domanda, ma non come si presenta la domanda stessa. Dunque, è il caso di capire al meglio quali sono i tre step per presentare domanda:

assegno-di-inclusione-aprile-2024-due-pagamenti
Assegno di inclusione: previste due ricariche ad aprile. Vediamo perché, ma soprattutto per chi sono previste. In foto: banconote e monete.

Ricordiamo anche che è possibile presentare domanda a partire dal 18 dicembre 2023 e, in genere, l’approvazione arriva a partire dal mese successivo (se ci sono tutti i requisiti). Quindi, chi dovesse aver presentato domanda nel corso del mese di febbraio, si può aspettare la prima erogazione

Se vuoi approfondire tutte le date di pagamento di aprile (non solo Adi), eccoti un video YouTube di approfondimento:

FAQ: domande frequenti sull’Assegno di inclusione

Assegno di inclusione e lavoro, come funziona?

L’Assegno di inclusione, come anche il Rdc, è una misura volta al reinserimento lavorativo delle persone occupabili. Ciò significa che tutte le specifiche (anche in relazione agli appuntamenti dai servizi sociali) vanno in questa direzione e l’auspicio è che il sussidio diventi il prima possibile superfluo per il nucleo familiare beneficiario.

L’Adi si può accumulare?

Ad ora, quindi, l’Assegno di inclusione si può accumulare. Infatti, non sono presenti obblighi di spesa dal punto di vista delle tempistiche, come invece accadeva per il Reddito di cittadinanza.

Come si calcola l’Adi?

Per ottenere l’importo mensile, si svolge il seguente calcolo:

[(6.000 euro x parametro della scala di equivalenza) – reddito familiare] / 12

O, in caso di nuclei con persone oltre i 67 anni o affette da gravi disabilità o non autosufficienza:

[(7.560 euro x parametro della scala di equivalenza) – reddito familiare] / 12

Come funziona la scala di equivalenza?

Per effettuare il calcolo secondo la scala di equivalenza, si parte dal valore “1” che corrisponde alla persona richiedente il sussidio, e si somma secondo questo criterio:

Quanto dura l’Adi?

Il beneficio ha una durata pari a 18 mesi, dopo i quali si può richiedere solo dopo un mese di stop per altri 12 mesi. Un funzionamento che ricorda un po’ quello del Reddito di Cittadinanza.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno di inclusione:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp