Assegno di invalidità diventa di vecchiaia: come cambia?

Quando l'assegno di invalidità diventa di vecchiaia. Che dice la normativa dell'Inps e come bisogna fare, da invalidi parziali, per ottenere la pensione di vecchiaia.

3' di lettura

Dall’assegno di invalidità alla pensione di vecchiaia: come e quando avviene la trasformazione? (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Ne parleremo in questo articolo, andando a vedere in cosa consiste l’assegno di invalidità, a chi spetta e cosa cambia quando si raggiungono i requisiti per accedere alla pensione di vecchiaia

Se sei interessato/a all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Assegno di invalidità: cos’è e a chi spetta?

L’assegno di invalidità è una prestazione economica erogata dall’INPS. Spetta ai lavoratori dipendenti, agli autonomi e agli iscritti ad alcuni fondi pensione sostitutivi ed integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria che soddisfano questi requisiti:

  • riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo (invalidità civile dal 74 al 99%), a causa di infermità o menomazioni;
  • almeno 5 anni di contributi versati, di cui almeno 3 maturati negli ultimi 5 anni.

L’importo dell’assegno di invalidità nel 2022 è di 291,69 euro (nel 2021 era di 287,09 euro). Chi ne beneficia può continuare a svolgere un’attività lavorativa (al contrario della pensione di inabilità per gli invalidi civili totali).

La domanda può essere inoltrata telematicamente all’INPS, direttamente dal richiedente tramite il portale dell’istituto (occorre il codice PIN); contattando telefonicamente il contact center dell’INPS al numero fisso gratuito 803.164 o da rete mobile al numero 06 164164. Oppure avvalendosi dell’aiuto di patronati e intermediari dell’INPS.

Ma cosa succede quando il cittadino con invalidità raggiunge i requisiti per accedere alla pensione di vecchiaia?

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Come si trasforma in pensione di vecchiaia?

Al raggiungimento dei requisiti anagrafici e contributivi previsti dalla legge, l’assegno di invalidità si trasforma in pensione di vecchiaia.

Questo avviene automaticamente, quindi senza presentare domanda. Sarà l’INPS, nel momento in cui il beneficiario dell’assegno di invalidità raggiunge i requisiti dell’età pensionabile (67 anni), verificare che sussista il requisito contributivo (almeno 20 anni di contributi versati).

Nel caso in cui l’accertamento dell’istituto vada a buon fine, l’assegno di invalidità si trasformerà, in automatico, in pensione di vecchiaia.

L’importo della pensione di vecchiaia non può essere inferiore all’assegno in pagamento al momento della trasformazione. Non solo: l’importo della pensione di vecchiaia viene confrontato con quello dell’assegno di invalidità. Di conseguenza la pensione di vecchiaia sarà costituita dall’importo maggiore.

Mentre l’assegno di invalidità non è reversibile e, quindi, non può essere erogato ai familiari superstiti del beneficiario defunto, la pensione di vecchiaia “trasformata” spetta agli eredi in caso di decesso dell’avente diritto.

Inoltre, l’ordinamento prevede che, il pensionato possa svolgere comunque un’attività lavorativa e cumulare i due redditi, mentre l’assegno di invalidità è cumulabile solo parzialmente con i redditi da lavoro.

Assegno di invalidità
Assegno di invalidità: a chi spetta e come cambia in pensione di vecchiaia?
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie