Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Salute / Assegno di invalidità per epilessia: quando spetta?

Assegno di invalidità per epilessia: quando spetta?

Assegno di invalidità per epilessia: ecco quando spetta.

di Carmine Roca

Novembre 2021

Assegno di invalidità per epilessia. Tra le patologie più diffuse in Italia c’è l’epilessia, che colpisce in forma più o meno grave, fino a rendere impossibile condurre una vita normale (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo vedremo insieme cosa viene riconosciuto a chi soffre di epilessia in base alle percentuali di disabilità da essa derivanti.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Epilessia: cos’è e cosa prevede la legge

L’epilessia, come è noto, è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale causando convulsioni e, nei casi gravi, perdita di coscienza.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Esistono forme più o meno gravi di epilessia. Dipende dall’intensità e dalla quantità degli attacchi. In base a questi due fattori si calcola la percentuale di invalidità riconosciuta dall’Inps.

La legge, infatti, riconosce l’invalidità civile a chi soffre di epilessia, ma lo status di invalido non è lo stesso per tutti i malati di epilessia, ma varia in base a percentuali calcolate sull’incidenza che ha la malattia sulla vita sociale e lavorativa dell’individuo.

Nel prossimo paragrafo vedremo insieme come calcolare la percentuale di invalidità per i malati di epilessia.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pensione di invalidità per epilessia: le percentuali

L’Inps può riconoscere l’invalidità civile al malato di epilessia, ma dipende dalle “forme” della malattia. Ecco le percentuali:

In base alla percentuale di invalidità si ha diritto a diverse agevolazioni che variano dalle prestazioni mediche fino alla pensione di inabilità.

Ai casi più gravi (100% di invalidità) è riconosciuta anche l’indennità di accompagnamento, una misura di sostegno che aiuta economicamente l’individuo affetto da epilessia, a prescindere dal suo reddito.

Assegno di invalidità per epilessia

Assegno di invalidità per epilessia

Assegno di invalidità per epilessia. Con l’invalidità parziale superiore o pari al 74%, i soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni, sempre che sussistano le condizioni di reddito, hanno diritto all’assegno di invalidità per epilessia di 13 mensilità, che può essere revocato se il beneficiario non accede a posti di lavoro idonei alle sue condizioni di salute (requisito di collocamento).

L’invalidità totale, invece, dà diritto ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni alla pensione di invalidità (13 mensilità).

Se hai ancora dubbi su quando spetta l’assegno di invalidità per epilessia, non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp