Assegno di mantenimento: spetta la tredicesima?

Assegno di mantenimento: spetta la tredicesima? Siamo quasi a dicembre e non pochi si fanno questa domanda, vediamo se è prevista la gratifica natalizia. Cosa ha sancito la legge e quali sono le sentenze sulla questione. L'assegno di mantenimento dipende dal diritto della famiglia non da quello del lavoro. Una differenza che si rivela fondamentale...

4' di lettura

Assegno di mantenimento: spetta la tredicesima? Dicembre si avvicina e questa potrebbe essere una domanda ricorrente, soprattutto se non sono ancora trascorsi 12 mesi dalla separazione, e quindi non si sa bene come funziona.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

In questo articolo vedremo se l’assegno di mantenimento prevede una “gratifica natalizia”, come per molti stipendi, o se invece è vero il contrario.

Assegno di mantenimento: come si decide

Come sapete l’importo dell’assegno di mantenimento può essere deciso dagli ex coniugi, se la separazione è consensuale, o dal giudice in caso di separazione giudiziale. Sarà quindi il giudice a stabilire la somma che il coniuge con un reddito maggiore deve versare all’altro. Con pagamenti che devono essere effettuati ogni mese.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Assegno di mantenimento: rateizzazione di una somma annuale

Questa rata mensile non è altro che una rateizzazione mensile della somma globale che un ex coniuge ha l’obbligo di corrispondere.

Ok, questa era la premessa. Ora rispondiamo alla domanda: assegno di mantenimento, spetta la tredicesima?

Partiamo dall’ultimo punto: la rata mensile è la semplice suddivisione in 12 rate della cifra annuale che il giudice (o gli stessi coniugi se la separazione è consensuale), ha stabilito in favore del componente della ex coppia meno solido economicamente.

Quella cifra è stata calcolata sulla base delle spese che devono essere sostenute nel corso dell’anno.

Assegno di mantenimento: niente tredicesima

Proprio per questo non è prevista la tredicesima per l’assegno di mantenimento. Del resto la tredicesima, o gratifica natalizia, è una convenzione del diritto del lavoro. L’assegno di mantenimento è soggetto al diritto di famiglia.

E del resto, in più di una pronuncia, il concetto è stato ribadito anche dai giudici della Cassazione: l’assegno di mantenimento non è una rendita, ma un contributo di tipo assistenziale. Per questo viene versato a favore del coniuge che ha il reddito più basso.

Assegno di mantenimento: la sentenza che esclude il tredicesima

A proposito di sentenze, ce n’è una ha fatto scuola, nel senso che ha escluso del tutto la possibilità di “tredicesima” anche se la gratifica natalizia, o almeno una parte, era stata inserita dai due coniugi nell’accordo di separazione.

Infatti, i due avevano concordato che nell’assegno da versare in favore della ex moglie e del figlio, l’ex marito avrebbe corrisposto anche il 50% della sua tredicesima.

Quando la separazione è diventata divorzio, il tribunale ha stabilito, con una sentenza, che l’ex marito doveva versare alla sua ex solo l’assegno di mantenimento.

Quella sentenza è stata impugnata dalla donna. E oltre a chiedere l’aumento dell’assegno ha anche richiesto il 50% della tredicesima del marito, come del resto era stato previsto in sede di separazione.

La Corte d’appello ha respinto la richiesta della ricorrente. E la Cassazione ha fatto lo stesso.

Niente da fare per la tredicesima, non spetta per l’assegno.

Assegno di mantenimento per i figli (la differenza)

Se l’assegno di mantenimento serve a garantire l’ex coniuge economicamente più debole, con un sostegno economico, la prestazione economica in favore dei figli minori ha una natura diversa: viene infatti calcolata non solo rispetto alla situazione economica dei genitori, ma soprattutto rispetto alle esigenze dei figli. Che sono decisamente prevalenti.

Nelle separazioni consensuali i genitori stabiliscono una equa distribuzione dei doveri nei confronti dei figli e quindi anche l’importo dell’assegno a loro favore.

I genitori sono anche tenuti a partecipare, in genere al 50% ciascuno, a tutte le spese straordinarie che dovessero ritenersi necessarie per i figli. Dalle spese mediche, come il dentista, a quelle scolastiche, alla palestra e agli svaghi.

Anche l’assegno di mantenimento per i figli, come quello per il coniuge, è soggetto ad adeguamento Istat.

Ma, appunto, e per tutto quello che avete letto prima, anche per l’assegno di mantenimento per i figli si esclude la tredicesima.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie