Assegno sociale 2020: requisiti, a chi spetta e come richiederlo

La guida per accedere al sussidio destinato ai cittadini italiani e stranieri che vivono in situazioni economiche difficili.

Assegno sociale 2020 requisiti
Assegno sociale 2020 destinato a persone con più di 67 anni con difficoltà economiche.


3' di lettura

In questa guida si occupiamo dell’assegno sociale che prevede 459,83 euro ogni mese per tredici mesi. A chi spettano questi soldi? Ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in situazioni economiche complicate e hanno redditi inferiori alle soglie previste della legge.

Indice:

  1. Requisiti
  2. A quanto ammonta
  3. Decadenza
  4. Come fare domanda
  5. Gruppo whatsapp offerte di lavoro, concorsi e bandi

Requisiti

Vediamo in dettaglio chi può ricevere l’assegno sociale:

  1. cittadino italiano o straniero iscritto all’anagrafe del comune di residenza

  2. cittadino extracomunitario, rifugiato o titolare di protezione con permesso di soggiorno.

  3. bisogna aver raggiunto 67 anni di età;

  4. bisogna essere in uno stato di bisogno economico;

  5. bisogna avere residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno dieci anni nel territorio nazionale.

Il diritto all’assegno è accertato in base al reddito personale se non sei sposato oppure a quello di coppia. Vanno considerati (per entrambi i coniugi):

  1. i redditi assoggettabili all’ IRPEF, al netto dell’imposizione fiscale e contributiva;

  2. i redditi esenti da imposta;

  3. i redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta (per esempio vincite che derivano da sorteggi, da giochi di abilità, da concorsi a premi, corrisposte dallo Stato, da persone giuridiche pubbliche e private);

  4. i redditi soggetti a imposta sostitutiva come interessi postali e bancari, interessi dei CCT (Certificati di credito del tesoro) e di ogni altro titolo di stato, interessi, premi e altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, emessi da banche e Società per Azioni, ecc.;

  5. i redditi di terreni e fabbricati;

  6. le pensioni di guerra;

  7. le rendite vitalizie erogate dall’INAIL;

  8. le pensioni dirette erogate da Stati esteri;

  9. le pensioni e gli assegni erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi;

  10. gli assegni alimentari corrisposti a norma del codice civile.

Non rientrano nel calcolo:

  1. i trattamenti di fine rapporto e le anticipazioni sui trattamenti stessi;

  2. il reddito della casa di abitazione;

  3. le competenze arretrate soggette a tassazione separata;

  4. le indennità di accompagnamento per invalidi civili, ciechi civili e le indennità di comunicazione per i sordi;

  5. l’assegno vitalizio erogato agli ex combattenti della guerra 1915-1918;

  6. gli arretrati di lavoro dipendente prestato all’estero.

La verifica dei requisiti avviene ogni anno.

A quanto ammonta

L’assegno del 2020 prevede 459,83 euro ogni mese per tredici mesi.

Hanno diritto all’assegno intero le persone non sposate senza reddito e quelle sposate con un reddito inferiore al totale annuo del contributo: 5977,79 euro (459,83 euro x 13). (Qui c’è la guida con tutti i bonus destinati alle famiglie con basso Isee)

Hanno diritto all’assegno ridotto le persone non sposate che hanno un reddito inferiore all’importo annuale dell’assegno (5977,79 euro) e quelle sposate che hanno un reddito familiare compreso tra l’ammontare annuale dell’assegno e il doppio (11,955,58 euro).

L’assegno sociale non è soggetto alle trattenute IRPEF.

Decadenza

L’assegno viene sospeso se chi lo riceve soggiorna all’estero per più di 30 giorni. Dopo un anno dalla sospensione, la prestazione è revocata.

L’assegno sociale è provvisorio e i requisiti vengono verificati ogni anno.

Non è reversibile ai familiari superstiti e non può essere versato all’estero. Dopo un anno dalla sospensione, la prestazione viene revocata.

Come fare domanda

La domanda deve essere presentata online all’INPS attraverso l’area dedicata o si può chiamare:

  1. Il contact center al numero verde gratuito da rete fissa 803164 oppure da rete mobile 06164164.

  2. Puoi rivolgerti anche a un patronato o a un caf.

Gruppo whatsapp offerte di lavoro, bandi e concorsi

Entra nel nostro gruppo whatsapp e ricevi articoli su offerte di lavoro, bandi, guide legate alle nuove misure di agevolazione regionali e nazionali per privati e famiglie. Per entrare clicca qui. Sul gruppo si riceveranno solo i link utili.

Per ricevere tutte le news puoi anche seguire il servizio GNews su Google, Facebook e Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra nel nostro gruppo WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus e agevolazioni. Per entrare clicca qui.

Come funziona il gruppo?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie

Ricevi le news più importanti della giornata.

Guide e altri contenuti esclusivi su Google , Facebook e Instagram.