Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno unico 2022 per genitori separati: pagamento e rischi

Assegno unico 2022 per genitori separati: pagamento e rischi

Scopri come funziona il pagamento dell'assegno unico 2022 per genitori separati. Ecco quali importi sono previsti.

di The Wam

Dicembre 2021

Come funzionerà il pagamento dell’assegno unico 2022 per genitori separati? Facciamo il punto. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nell’articolo vedremo:

INDICE

Assegno unico 2022: cos’è

L’assegno unico è un contributo per famiglie che prevede l’erogazione mensile di un importo fino a 175 euro per ogni figlio minorenne a carico, cifra che scende fino a 85 euro per famiglie con figli fra 18 e 21 anni.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

L’importo pieno spetta a chi ha un ISEE fino a 15mila euro e la somma si riduce fino a 50 euro (25 per maggiorenni) per ISEE superiori a 40mila. 

All’importo di base vengono aggiunte delle maggiorazioni per figli disabili e per famiglie che hanno da tre o più figli. Un ulteriore aumento di 100 euro, che si riduce progressivamente in base all’ISEE, spetta ai nuclei familiari con quattro o più figli.

Un aumento di 20 euro, invece, è previste per mamme fino a 21 anni indipendentemente dall’ISEE.

Assegno unico 2022 per genitori separati: come funzionerà il pagamento?

Il genitore che farà domanda per l’assegno unico avrà diritto a ricevere il 50% dell’importo. Dopo che la richiesta verrà accolta, l’altro genitore riceverà un sms per inserire i dati per ricevere l’altro 50% della somma oppure per chiedere di versare il 100% dell’assegno al genitore che ha fatto domanda. 

Rispetto a questa prospettiva, sono emerse diverse preoccupazioni. In primo luogo, entrambi i genitori dovranno possedere uno SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) per poter completare la procedura di domanda necessaria a ottenere il pagamento dell’assegno unico temporaneo.

Per i genitori separati la questione potrebbe farsi più complessa. Sarà, necessario, un accordo fra mamma e padre dei figli a carico e non è stato chiarito come funzionerà per quelle famiglie dove, oggi, uno dei due genitori ha diritto agli assegni familiari (ANF), incompatibili con l’assegno temporaneo.

Non è escluso che venga pubblicato un decreto per disciplinare quei casi in cui c’è un affidamento condiviso dei figli, ma un collocamento prevalente ed esclusivo presso uno dei due genitori. In questi casi, infatti, al netto degli obblighi di mantenimento giù definiti e pagati, l’intero importo dell’assegno unico potrebbe essere destinato al genitore collocatario esclusivo.

In questo articolo, del sito Laleggepertutti, trovi le differenze fra collocamento e affidamento.

assegno unico 2022 genitori separati pagamento rischi

Assegno unico 2022: come fare domanda?

La domanda per il contributo economico andrà presentata all’Inps dal 1° gennaio 2022, attraverso il servizio online messo a disposizione dall’ente nazionale di previdenza sociale, e il pagamento partirà da marzo del 2022 per poi continuare fino a febbraio del 2023.

Per accedere al servizio di domanda bisognerà usare le credenziali personali: SPID, CIE (Carta di identità elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Chi riceve il reddito di cittadinanza, non dovrà presentare domanda per l’assegno unico, ma avrà diritto a una integrazione automatica sulla carta Rdc. Come accade ora per l’assegno temporaneo.

Assegno unico 2022: quanti soldi spettano?

L’importo del contributo economico, come detto in apertura d’articolo, cambia rispetto all’ISEE della famiglia e al numero di figli a carico. Nella bozza con le previsioni degli importi, come anticipato dall’agenzia stampa Ansa, si legge che:

Per Isee fino a 15mila euro, si riceveranno:

Le famiglie con 40mila euro di Isee riceveranno:

Se hai delle domande sull’assegno unico, scrivici su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp