Assegno unico 2023: ecco i figli esclusi dagli aumenti

Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti: non tutti riceveranno gli aumenti previsti sull'Assegno Unico Universale.

6' di lettura

Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti. (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito). Scopriamo più dettagli sull’Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti. Molti si chiedono: ci saranno figli esclusi? E se è sì, chi saranno, secondo la nuova Legge di Bilancio? Vediamo l’approfondimento.

Indice

Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti: ci saranno figli esclusi?

A causa della vecchia normativa sugli assegni unici, molte famiglie monogenitoriali hanno subito una decurtazione di 30 euro, perché la maggiorazione è dovuta solo se entrambi i genitori sono titolari di reddito di lavoro, con un ISEE familiare non superiore ai 15 mila euro annui.

La maggiorazione è di circa 30 euro per Isee non superiori ai 15mila euro, che si riduce gradualmente fino a sparire oltre i 40mila.

Nei mesi scorsi questa maggiorazione è stata concessa anche alle famiglie monogenitoriali che avevano presentato l’istanza pur non rientrando nel parametro indicato dall’articolo sopra citato, ovvero il lavoro per entrambi i genitori.

L’INPS successivamente ha decurtato l’assegno unico, recuperando le somme erroneamente pagate. Ma è mai possibile che vengano punite proprio le famiglie che hanno maggiore bisogno?

Pare che questo provvedimento sia solo temporaneo, perché la nuova Legge di Bilancio comprende in questo beneficio anche le famiglie monogenitoriali; finalmente.

L’obbiettivo del Governo Meloni è ottenere un ISEE più realistico dell’effettiva condizione economica delle famiglie. In questo modo si eviterebbe che, famiglie davvero bisognose, non ricevano il sussidio.

Tra le altre opzioni c’è anche quella di conferire un peso minore alle proprietà diverse dalla prima casa che non producono reddito. A trarre vantaggio dalla possibile riforma sarebbero tutte quelle famiglie che sono state penalizzate finora e non hanno ricevuto l’assegno unico.

Questo comporterebbe ovviamente un allargamento della platea dei beneficiari

Nessuno viene escluso dagli aumenti e nessuno viene penalizzato. L’assegno viene aumentato nel 2023 del 50% a tutti per il primo anno di vita del bambino.

È prevista, inoltre, una maggiorazione del 50% ulteriore per le famiglie dai tre figli in su, per i primi tre anni di vita.

Quindi non ci sono figli esclusi, ma solo un’attenzione maggiore per le famiglie più numerose nei primi anni di vita dei bambini.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti: in cosa consistono questi ultimi?

Il Governo ha stanziato per far fronte a queste misure, 610 milioni di euro.

Come ha dichiarato il Premier Meloni, la nuova manovra ha anche reso strutturale (ovvero stabile e non più transitoria) la maggiorazione dell’assegno per le famiglie con figli disabili.

Questa è stata una scelta davvero apprezzabile e che potrà far tirare un sospiro di sollievo a queste famiglie.

Oggi le somme degli assegni variano da:

  • 50 euro il minimo;
  • il massimo di 175 euro.

Questo fino al compimento dei 18 anni. Dai 18 ai 21, invece:

  • 25 euro somma minima;
  • 85 euro somma massima.

Inoltre dal terzo figlio in poi c’è un aumento di 15 euro (per redditi superiori a 40mila euro) a 85 euro (per redditi fino a 15mila). A chi ha 4 o più figli a carico è inoltre riconosciuta una maggiorazione forfettaria di 100 euro.

Con l’Assegno Unico 2023 verrà introdotta una maggiorazione del 50% per tutte le famiglie, ma solo per il primo anno di percezione.

  • l’Assegno minimo arriverà a 75 euro;
  • l’Assegno massimo sarà di 262,50.

Ci sarà poi un’ulteriore maggiorazione del 50% per le famiglie con tre figli o più che avrà una durata di tre anni.

Per avere un’idea più precisa, leggi la tabella con le maggiorazioni in questo articolo.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Assegno Unico 2023: ecco i figli esclusi dagli aumenti
Assegno Unico 2023: ecco i figli esclusi dagli aumenti

Assegno Unico 2023 ed esclusi dagli aumenti: come richiedere il beneficio?

 La domanda per l’assegno viene accolta quando tutti i requisiti previsti risultano rispettati e quando la documentazione presentata è in regola. La domanda viene inviata tramite il sito INPS e la propria pagina privata MyInps. Occorre avere lo SPID.

Puoi controllare lo stato della domanda sull’Assegno Unico tramite il tuo fascicolo previdenziale. Per consultarlo devi accedere con una delle identità digitali (Spid, Cie o Cns) nell’apposita sezione del sito ufficiale dell’Inps.

A quel punto vai nella sezione “Prestazioni” e clicca su Assegno Unico Universale. Lì potrai consultare tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Il direttore generale dell’Inps, Tridico ha dichiarato che non ci sarà alcuna necessità, dal 2023, di presentare istanza sul sito INPS per ottenere l’Assegno Unico,a meno che non ci siano variazioni dei requisiti della famiglia ovvero:

  • maggior numero di figli,
  • raggiungimento dell’età limite, 22 anni
  • modifica dell’Isee cioè variazioni di reddito o del patrimonio del nucleo familiare.

Come capire quanto ti spetta?

Potreste farlo accedendo al simulatore Inps. Se per esempio state già ricevendo un Assegno Unico di 100 euro mensili per ogni figlio, e avete due figli al di sotto dei tre anni, riceverete:

  • 150 euro + 150 euro (l’assegno più il 50% dell’aumento) + 100 euro (per il figlio al di sotto dei 3 anni)= 400 euro al mese.

Gli importi dell’Assegno Unico 2023 e altro ancora. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie