Assegno Unico 2023: importi massimi previsti con esempi

Importi dell'assegno unico nel 2023. Con la nuova Legge di Bilancio, il Governo ha apportato modifiche migliorative anche agli assegni unici universali.

5' di lettura

Quali saranno gli importi dell’assegno unico nel 2023? (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Con la nuova Legge di Bilancio, il Governo ha apportato modifiche migliorative anche agli assegni unici universali. Quali saranno gli importi dell’assegno unico nel 2023? Scopriamo gli importi nell’approfondimento.

Aspetti ancora il bonus 150 euro? Dovresti leggere questo articolo su come controllare il pagamento.

Indice

Quali saranno gli importi dell’assegno unico nel 2023?

Abbiamo parlato già della rivalutazione sull’Assegno Unico e sulle pensioni del 7,3% apportata in base all’inflazione che c’è nel nostro Paese.

Ma l’Assegno Unico Universale a partire dal nuovo anno aumenterà anche in modo totalmente indipendente dalla rivalutazione.

Nella Legge di Bilancio 2023, infatti, vengono introdotte due nuove maggiorazioni automatiche che tutelano soprattutto le famiglie numerose o nei primi anni di vita dei figli.

Ecco le maggiorazioni indipendenti dalla rivalutazione, che saranno apportate agli assegni unici:

  • aumento del 50% sull’importo di assegno unico erogato nei primi 12 mesi di vita del figlio, periodo nel quale le spese sono maggiori; Il massimo dell’Assegno Unico Mensile diventerà 262,50 euro al netto di altre maggiorazioni.
  • la seconda maggiorazione riguarda le famiglie numerose, composte da 3 o più figli. Le informazioni certe, in questo caso, sono troppo poche per poter stabilire a quanto ammonteranno gli importi dell’assegno unico. Sappiamo solo che la maggiorazione sarà pari al 50% dell’importo percepito e verrà riconosciuta per un periodo di 3 anni.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Per avere maggiori certezze dovremo aspettare la pubblicazione del testo della Legge di Bilancio 2023.

  • La terza maggiorazione riguarda i figli disabili: figli minori o maggiorenni con età inferiore ai 21 anni: maggiorazione che va da 85 a 105 euro;
  • maggiorazione fino a 120 euro mensili per coloro che hanno figli disabili e un Isee non superiore a 25.000 euro.
  • Nel caso dei figli disabili con più di 21 anni, invece, dovrebbero essere applicati gli stessi importi previsti per i minori, ma senza l’applicazione di maggiorazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Nel video di seguito, AUMENTO ASSEGNO UNICO 2023: ESEMPI PRATICI, spieghiamo quali sono gli aumenti dell’assegno universale previsti per il 2023 per famiglie con ISEE più bassi di 15mila euro.

Importi dell’Assegno Unico nel 2023: somma massima erogabile

Il direttore generale dell’Inps Tridico ha dichiarato che non ci sarà alcuna necessità, dal 2023, di presentare istanza sul sito INPS per ottenere l’Assegno Unico, a meno che non ci siano variazioni dei requisiti della famiglia ovvero:

  • maggior numero di figli,
  • raggiungimento dell’età limite, 22 anni
  • modifica dell’Isee cioè variazioni di reddito o del patrimonio del nucleo familiare.

Ricordiamo che, ogni anno, l’Assegno Unico verrà rivalutato in base all’andamento dell’inflazione nel Paese. A gennaio 2023 l’importo mensile sarà rivalutato almeno del 9%, a causa dell’inflazione in atto.

Quali saranno dunque gli importi dell’Assegno Unico nel 2023?

Il valore dell’assegno unico mensile dovrebbe passare quindi :

  • da 175 euro a 196 euro, per le famiglie con ISEE a 15mila euro;
  • da 50 a 55 euro mensili, per chi ha un Isee superiore a 40mila euro;

Ma anche le soglie ISEE cambieranno, e anche per questo motivo si avranno assegni unici maggiorati e un ampliamento della platea dei beneficiari.

Cosa cambierà in queste soglie? Mentre fino ad oggi era necessario avere un ISEE non superiore ai 15mila euro per avere diritto all’importo massimo dell’assegno unico, da gennaio 2023 sarà sufficiente che l’ISEE non superi i 16.095 euro.

Con la rivalutazione delle soglie, l’importo minimo dell’assegno unico 2023 scatterà solo al raggiungimento di un Isee di 42.920 euro e non più a 40mila come oggi.

Se dovesse essere confermata una percentuale di rivalutazione del 7,3% l’importo massimo mensile passerà da 175 a 187,77 euro, a fronte di un aumento di circa 12 euro al mese.

Ovviamente aumenterà anche l’importo minimo che dovrebbe passare da 50 euro a 53,65 euro. Per quanto riguarda i figli maggiorenni, il massimo dell’importo arriverà a 91,20 euro mensili, mentre il minimo a 26,82 euro.

Anche le maggiorazioni aumenteranno: quelle dal terzo figlio in poi passeranno da 85 euro a 91,20 euro, mentre quella riguardante le famiglie dove i due genitori lavorano, passerà da 30 a 32,19 euro.

Questa è davvero un’ottima notizia per le famiglie italiane.

Il presidente Meloni ha indicato che le risorse a disposizione non saranno ulteriormente usate per assegnare “bonus inutili“, ma per aiutare concretamente gli italiani a far fronte ai rincari energetici. Quindi taglio di bonus e aiuti per le bollette di bonus e famiglie.

Assegno unico 2023
Importi dell’Assegno unico nel 2023: come cambierà?

Importi dell’Assegno Unico nel 2023: i casi in cui si può ricevere l’erogazione

La domanda per l’assegno viene accolta quando tutti i requisiti previsti risultano rispettati e quando la documentazione presentata è in regola. La domanda viene inviata tramite il sito INPS e la propria pagina privata MyInps. Occorre lo SPID.

Puoi controllare lo stato della domanda sull’assegno unico tramite il tuo fascicolo previdenziale. Per consultarlo devi accedere con una delle identità digitali (Spid, Cie o Cns) nell’apposita sezione del sito ufficiale dell’Inps.

A quel punto vai nella sezione “Prestazioni” e clicca su Assegno Unico Universale. Lì potrai consultare tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie