Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: ecco per chi

Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: ecco per chi

L’Assegno Unico arriverà a molte famiglie da questa settimana. Scopri chi riceverà l’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023.

di Chiara Del Monaco

Gennaio 2023

L’incentivo per famiglie con figli a carico è stato confermato anche quest’anno. La mensilità di gennaio arriverà da oggi fino alla fine del mese. L’INPS ha annunciato che è in arrivo un pagamento dell’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023 per alcuni beneficiari: scopri per chi (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

I pagamenti dell’Assegno Unico di gennaio cominciano principalmente da questa settimana. Proprio di recente, l’INPS ha pubblicato una nuova data per chi ha fatto domanda: è previsto il pagamento dell’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023 per coloro che vedono questa data sul fascicolo previdenziale del cittadino.

L’Assegno Unico su Rdc, invece, segue tempistiche diverse ed è maggiormente legato al Reddito di cittadinanza. Nei prossimi paragrafi vediamo nel dettaglio a chi arriverà l’Assegno Unico il 23 gennaio e faremo un riepilogo dei pagamenti annunciati finora.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: nuova data per questi beneficiari

Le famiglie in attesa dell’Assegno Unico di gennaio riceveranno l’importo spettante da questa settimana in poi. I pagamenti cominciano proprio da domani, 17 gennaio 2023, anche se la primissima data è stata lo scorso 13 gennaio.

Proprio di recente, l’INPS ha annunciato una nuova data di pagamento: l’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023 arriverà alle famiglie con figli a carico che hanno fatto domanda del contributo economico e non ricevono il Reddito di cittadinanza.

Inoltre, il pagamento spetta a coloro che vedono questa disposizione di pagamento sul fascicolo previdenziale del cittadino. Se non vedi questa data, però, non allarmarti: visto che gli accrediti cambiano da persona a persona, riceverai l’importo spettante qualche giorno dopo.

Per questo motivo, è importante monitorare lo stato dei pagamenti sulla tua area riservata del sito INPS. Nel prossimo paragrafo ti ricordiamo come si fa.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Leggi anche le maggiorazioni previste sull’assegno universale, chi dovrà restituirlo e come funziona peri l rinnovo dell’ISEE.

Nel video di seguito, descriviamo in modo dettagliato gli aumenti e le maggiorazioni dell’Assegno Unico 2023.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: come controllare quando arriva

Nel paragrafo precedente abbiamo visto che è in arrivo l’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: questa data riguarda i nuclei familiari con figli a carico che non ricevono il Reddito di cittadinanza e vedono il pagamento sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Come anticipato, le date cambiano da beneficiario a beneficiario e quindi non bisogna preoccuparsi se non si riceve il pagamento lo stesso giorno di altri destinatari. Per questo motivo, è utile controllare ogni giorno la disposizione di pagamento prevista.

Per farlo, lo strumento più veloce e affidabile è il fascicolo previdenziale del cittadino. Si tratta di una sezione dell’area riservata del sito dell’INPS, dove è possibile consultare sia la data sia l’importo dell’Assegno Unico.

Per accedere, bisogna entrare sul sito INPS e autenticarsi con una delle proprie credenziali digitali, come SPID, CIE o CNS.

Una volta dentro, bisogna andare nel menu e selezionare la voce Prestazioni e poi cliccare su Pagamenti. Da qui, è necessario cliccare sull’anno di riferimento, quindi il 2023. Infine, l’ultimo passaggio è la selezionare la prestazione economica, e cioè l’Assegno Unico. Uscirà così una tabella con le informazioni necessarie: tipo di prestazione, data di pagamento, importo in arrivo e periodo di riferimento (nel nostro caso, dal 1° al 31 gennaio 2023).

Questa è sicuramente la modalità più pratica per monitorare i pagamenti, ma non è l’unica. Ricordiamo, infatti, che chi non ha familiarità con il computer può rivolgersi a un CAF o patronato oppure affidarsi al Contact Center Multicanale dell’INPS.

Leggi le tabelle con tutti gli importi dell’assegno unico, controlla se ti stanno pagando tutte le maggiorazioni dell’assegno universale, vedi come funziona per chi è disoccupato e come cambiano le cifre dell’assegno unico con i figli con disabilità

In foto, un calendario di gennaio dove è possibile segnare il pagamento dell’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023.

Assegno Unico dal 23 gennaio 2023: ecco le altre date annunciate

In questo approfondimento ci siamo concentrato sulla nuova data annunciata dell’Assegno Unico dal 23 gennaio 2023. Poi abbiamo ricordato brevemente come controllare i pagamenti in arrivo, visto che le date cambiano da persona a persona.

Tuttavia, quella del 23 gennaio non è certo l’unica data di accredito annunciata finora e non è neanche l’ultima. Per questo motivo, in attesa di avere altre notizie dall’Istituto, vediamo quali sono le altre date annunciate finora per il pagamento dell’Assegno Unico e a chi spettano.

Dunque, l’Assegno Unico Universale di gennaio è previsto in queste date:

Le famiglie che hanno diritto all’integrazione sul Reddito di cittadinanza, invece, potrebbero ricevere l’importo dell’Assegno Unico su Rdc in queste date:

Poiché l’INPS continuerà ad annunciare altri pagamenti e notizie utili sull’Assegno Universale, ti consigliamo di consultare la sezione Ultime Notizie della pagina TheWam.net per avere tutti gli aggiornamenti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp