Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno unico: basso ISEE, ma importo errato. Ecco cosa fare

Assegno unico: basso ISEE, ma importo errato. Ecco cosa fare

Assegno unico: basso ISEE, ma importo errato. Ecco cosa fare per correggere i dati e recuperare gli arretrati.

di The Wam

Aprile 2022

Sta terminando la prima fase di pagamenti dell’Assegno unico e Inps ha cominciato a prendere le misure sui pagamenti e sulla platea dei beneficiari (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Molte famiglie però, nonostante l’Isee inferiore a 40.000 euro, hanno ricevuto la somma minima per ogni figlio, ossia 50 euro.

In questo articolo vi spiegheremo perché e a chi è successo questo spiacevole inconveniente, ma soprattutto chiariremo come fare a modificare la domanda e recuperare i soldi che spettano.

Assegno unico con basso ISEE, importo errato

A riscontrare il problema dell’importo sono state quelle famiglie che hanno fatto domanda di Assegno unico prima di aver presentato l’Isee.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Ricordiamo che, infatti, chi non riceve il Reddito di cittadinanza deve fare domanda per ottenere il sostegno economico per i figli a carico (ai percettori di Rdc viene erogato in automatico sulla carta).

Il problema risiede quindi nel meccanismo di aggiornamento automatico dell’Inps. Ecco, in poche parole cosa è successo:

La famiglia Rossi ha fatto domanda di Assegno unico senza Isee, quindi Inps ha registrato i Rossi come percettori con l’importo minimo. In seguito però è stato presentato l’Isee. Il sistema Inps non ha quindi aggiornato i dati della famiglia Rossi, determinando il pagamento dell’Assegno unico con l’importo al minimo.

Ricordiamo che l’importo dell’Assegno unico varia la variare dell’Isee (ecco gli importi ufficiali), ma dipende anche dalla composizione del nucleo familiare: ci sono infatti diverse maggiorazioni che è possibile applicare.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno unico, importo errato: come rettificare

La rettifica dell’Isee, o di altri dati utili al calcolo dell’importo dell’Assegno unico, andrà fatta manualmente tramite i CAF o autonomamente.

La piattaforma per farlo sarà pubblicata da Inps nei prossimi giorni, probabilmente prima del prossimo pagamento dell’Assegno unico, destinato a chi ha fatto domanda tra il 5 e il 31 marzo e previsto tra il 15 e il 21 aprile.

Per modificare i dati di domanda servirà la documentazione che certifica le variazioni. Andrà consegnata al CAF o caricata online dopo averla scannerizzata o ottenuta digitalmente.

Per approfondire come comportarsi se cambiano i requisiti per l’Accesso all’Assegno unico consigliamo la lettura di questa guida. In questo articolo invece spieghiamo se è possibile fare ricorso in caso la domanda venga respinta.

Assegno unico, come fare domanda

Si può fare domanda per l’Auf in tre modi:

  1. Chiamando il Contact Center dell’Inps al 803 164 (gratuito da rete fissa) al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare);
  2. Facendo fare la procedura a un CAF o a un patronato;
  3. Inoltrando la richiesta autonomamente sul sito dell’Inps.

Assegno unico, domanda sul sito dell’Inps, procedura guidata

La prima cosa da fare per fare domanda per l’Assegno autonomamente è accedere a questa pagina con identità digitale (SPID, CNS o CIE).

A questo punto, toccando sull’apposita sezione, dovrete indicare se fare domanda standard, domanda come tutore o domanda come figlio maggiorenne.

A questo punto si aprirà un questionario diviso per schede. Dovrete compilarle tutte. I dati richiesti sono quelli anagrafici e il codice fiscale del figlio a carico.

Il contenuto delle schede da compilare, nel dettaglio, è questo:

  1. Informazioni sui figli;
  2. Dati per il pagamento dell’Assegno;
  3. Dichiarazioni di responsabilità;
  4. Riepilogo dei dati inseriti;
  5. Pulsante per l’invio definitivo della domanda.

Auf e gravidanza, come fare domanda

Tecnicamente è impossibile fare domanda per i figli con almeno 7 mesi, quindi quando la madre è ancora in gravidanza. Non è possibile perché il figlio non ha ancora un codice fiscale.

Quando nascerà il bambino e sarà assegnato il codice si dovrà fare domanda e, oltre al mese spettante in cui si fa domanda, si avranno anche i due mesi arretrati in un’unica soluzione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Assegno unico: basso ISEE, ma importo errato. Ecco cosa fare
Assegno unico: basso ISEE, ma importo errato. Ecco cosa fare

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp