Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Reddito di cittadinanza / Assegno unico Rdc 2023: quando rinnovare modello Rdc com Au

Assegno unico Rdc 2023: quando rinnovare modello Rdc com Au

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023: ecco quando scade e quando deve essere rinnovato e inoltrato all'INPS e chi è tenuto a compilarlo nell'anno corrente.

di Sara Fannino

Gennaio 2023

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023, scopriamo subito quando va rinnovato il modulo per l’anno 2023 e chi dovrà compilarlo (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023: quando deve essere rinnovato

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023: quando deve essere rinnovato? Il modello Rdc com Au del 2022 rimarrà valido fino al 28 febbraio 2023, dopodiché occorrerà rinnovare il documento per continuare a percepire il sostegno economico a favore dei figli di età compresa tra gli 0 e i 21 anni.

Leggi anche: Aumenti Assegno Unico unico 2023: escluse queste famiglie numerose

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Lo scorso 2022 la misura dell’Assegno Unico e Universale è entrata a pieno regime dal 1° marzo, anche se per i percettori di Reddito di cittadinanza gli accrediti sono partiti solamente dal mese di aprile. Nonostante all’inizio INPS avesse dichiarato che il sussidio per figli a carico su Reddito di cittadinanza sarebbe stato corrisposto in maniera del tutto automatica, lo stesso Istituto ha richiesto ad alcune famiglie, a partire dalla fine del mese di aprile, il modello Rdc com Au.

Andiamo subito a vedere insieme chi dovrà consegnare il documento all’INPS dal 28 febbraio 2023 e in che modo si può compilare.

Scopri quando è previsto il pagamento dell’assegno universale a gennaio 2023.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=sPuE93zKu2w&w=560&h=315]

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023, cosa va dichiarato nel documento

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023, cosa va dichiarato nel documento? La famiglia che percepisce mensilmente il sostegno di contrasto alla povertà dovrà dichiarare che nel nucleo sussista una delle seguenti condizioni:

Leggi anche: Assegno unico su Rdc automatico anche nel 2023?

Ma non è tutto, poiché Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023 serve anche per ottenere le maggiorazioni previste dalla circolare n.53 dell’INPS, che riguardano i nuclei in cui entrambi i genitori sono percettori di reddito e per gli ex percettori di Assegni al nucleo familiare ANF. Nello specifico, nel documento occorrerà evidenziare:

Leggi anche: Assegno Unico su Rdc dicembre più basso: soldi a febbraio?

Abbiamo visto insieme quando scade e chi deve consegnare all’INPS l’Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023, andiamo a vedere in che modo si deve compilare.

Leggi anche: Assegno Unico 2023: ecco chi avrà 150 euro in più

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023
Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023, come compilare il documento

Dopo aver visto quando scade il documento consegnato nel 2022 (28 febbraio 2023) e aver compreso chi sono i nuclei che devono consegnare all’INPS il modello Rdc com Au anche quest’anno, vediamo in che modo può essere compilato.

Assegno Unico e modello Rdc com Au 2023: il documento va inviato all’INPS per ciascun figlio a carico, sia maggiorenne che minorenne. Questo va consegnato esclusivamente per via telematica, attraverso il servizio online INPS o mediante i patronati.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza: chi dovrà restituirlo

In ogni caso, basterà effettuare l’accesso con un’identità digitale (SPID, CIE o CNS) nel sito INPS ed entrare nella sezione dedicata al Reddito di Cittadinanza; qui, direttamente dalla domanda Rdc, potrete scaricare il modulo. La procedura sarà guidata, ma dopo l’invio il documento non potrà essere più modificato, ma solo integrato.

Per questo motivo, vi consigliamo, qualora non foste sicuri al 100% o comunque aveste paura di sbagliare, di rivolgervi ai Centri di Assistenza Fiscale che compilano il modello Rdc com Au gratuitamente.

Vediamo, in ogni caso, come fare:

Leggi anche: Rdc e ISEE: chi fa parte del nucleo familiare

Ricordiamo ancora una volta che una volta spedito il modello non sarà più modificabile, ma solamente integrabile.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp