Assegno unico figli sostituito dal bonus 250 euro nel 2021?

Assegno unico figli: verso lo slittamento al 2022? Le ultime notizie in merito alla possibilità di sostituzione temporanea con un bonus 250 euro.

2' di lettura

Assegno unico figli: cresce l’attesa per la circolare che ufficializzerà l’introduzione della misura a partire dal prossimo luglio. Quali sono le prossime tappe? Possibile lo slittamento dell’esordio? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno unico figli: cosa si sa di certo?

L’assegno unico figli dovrebbe diventare la misura principale del welfare italiano: la platea potenziale è di più di 7 milioni e mezzo di famiglie.

L’esordio del contributo per famiglie è atteso a partire dal prossimo luglio, in base a quanto disposto dall’ultima Legge di Bilancio.

Tuttavia, mancano alcuni passaggi burocratici – diffusione di apposita circolare Inps compresa – per conoscere alcuni dettagli fondamentali sul meccanismo che ne regolerà l’erogazione (a cominciare dalla parametrazione dell’importo). Detto ciò, si può già affermare con certezza che:

  • a poco a poco ingloberà praticamente tutte le misure al momento previste per i nuclei con figli (ANF, Bonus Bebè Bonus terzo figlio) e le detrazioni per i figli a carico
  • sarà accreditato dal settimo mese di gravidanza in poi fino al compimento del 21esimo anno
  • l’importo sarà diviso tra una quota fissa, cioè spettante a prescindere dalla condizione economica, e da una variabile a seconda dell’Isee
  • è prevista una maggiorazione per ogni figlio successivo al primo, per ogni figlio disabile e per le madri con meno di 21 anni
  • potrà essere erogato al compimento della maggiore età direttamente al figlio inserito in un percorso professionalizzante o formativo.

Potrebbe slittare al 2022?

Come si diceva, però, mancano alcuni passaggi burocratici perché si possa “ufficializzare” l’introduzione dell’assegno unico il prossimo 1 luglio.

Passaggi che attualmente non figurano nel calendario del Governo Draghi: questo fa pensare agli esperti che il governo stia valutando la possibilità di far slittare l’esordio della misura di qualche mese o, forse, a inizio 2022.

Infatti, secondo alcune indiscrezioni, si potrebbe prevedere l’erogazione di un Bonus una tantum di 200-250 euro in sostituzione, per alcuni mesi del 2021, del vero e proprio assegno unico.

Altra ipotesi che sarebbe in campo quella di far partire la misura con un sistema di calcolo che porti a cifre più “leggere” per le casse dello stato, tra l’altro, riservando la misura solo ad alcune categorie di cittadini (disoccupati o con redditi sotto gli 8mila euro) fino all’anno prossimo quando l’assegno unico sarebbe esteso a tutti.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie