Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza: regole e Isee

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza, una panoramica sulla compatibilità, su come sarà pagato e su quanti soldi dell'importo concesso potranno essere spesi.

3' di lettura

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza – Ieri è finalmente stata approvata la misura-ponte che accompagnerà le famiglie fino all’introduzione, nel 2022, dell’Assegno Unico Figli. La misura, fin dalla genesi, è pensata per essere compatibile con il Reddito di Cittadinanza.

In questo articolo faremo una panoramica sui soldi stanziati per la misura, su come e quando partiranno i primi pagamenti, e su come funzionerà la compatibilità di Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza: la misura-ponte

Come anticipato, ieri in Consiglio dei ministri è stato confermato il disegno di legge che regola la misura-ponte che sarà valida fino al 31 dicembre 2021.

Gli importi che saranno erogati alle famiglie sono strettamente collegati all’indice Isee. In questo articolo abbiamo approfondito la questione, con tanto di tabelle esemplificative.

In sintesi, la misura è destinata prevalentemente a chi non riceve gli Assegni Familiari. Ai dipendenti sarà accordata una maggiorazione in base al reddito.

Dal 2022, invece, la misura sarà universale. Il carattere di progressività rimarrà invariato.

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza: compatibilità

Come anticipato, non ci sono mai stati dubbi sulla compatibilità tra Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza. La possibilità di riceverli entrambi è stata sancita, per la prima volta, dalla legge-delega, che ha affidato al governo l’onere di normare la misura.

A ribadire poi la coesistenza pacifica delle due misure è stato anche il disegno di decreto presentato ieri in Cdm, in cui è scritto, all’articolo 4, comma 3:

«Per i nuclei familiari percettori di Reddito di cittadinanza, l’Inps corrisponde d’ufficio, […] l’assegno […]con le modalità di erogazione del reddito di cittadinanza, fino a concorrenza dell’importo dell’assegno spettante in ciascuna mensilità ai sensi di quanto previsto dal presente comma.»

Nessun dubbio sulla compatibilità quindi. A cambiare saranno gli importi, che verranno integrati con l’importo del Reddito di Cittadinanza.

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza: pagamento

Il decreto afferma che Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza saranno versati insieme, con le modalità del Rdc.

Significa quindi, salvo passi indietro da parte dell’Inps, che l’importo spettante per l’Assegno Unico Figli sarà caricato sulla carta del Rdc nello stesso giorno della ricarica ordinaria (ogni 27 del mese).

L’importo del Rdc si abbasserà, ma questa diminuzione sarà compensata dall’arrivo dell’Assegno Unico Figli. Infatti, sarà decurtata la parte di Rdc concessa per i figli minori.

Ricordiamo, infatti, che l’importo del Reddito di Cittadinanza è calcolato secondo il metodo della scala di equivalenza. Per stabilire questo indice si prendono in considerazione anche i minori.

Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza: regole e Isee
Assegno Unico Figli e Reddito di Cittadinanza, compatibilità e come funziona.

Ovviamente, visto che l’Assegno Unico è un supporto per i figli, non avrebbe senso continuare a pagare la quota per i minori in entrambe le misure.

I soldi del Reddito di Cittadinanza sono però vincolati, ossia vanno spesi tutti, altrimenti può scattare una decurtazione importante sull’importo spettante.

Il meccanismo non cambierà. La differenza sarà che i soldi da spendere obbligatoriamente saranno solo quelli del Rdc, mentre quelli concessi dall’Assegno Unico saranno spendibili liberamente.

Si è in attesa della circolare Inps per comprendere modalità di domanda e se cadranno i limiti attualmente in vigore di spesa e di prelievo allo sportello automatico.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie