Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Reddito di cittadinanza / Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l’arretrato?

Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l’arretrato?

Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l'arretrato? Vi spieghiamo se avrete diritto al mese aggiuntivo che non sarà pagato.

di The Wam

Marzo 2022

Dopo la conferma del mancato pagamento dell’Assegno unico marzo su Rdc molti beneficiari si stanno chiedendo, legittimamente, se il mese di marzo sarà da considerare come un arretrato e quindi sarà recuperato sui prossimi versamenti (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

L’interpretazione della legge che regola il Reddito di cittadinanza lega le mani all’Inps che non potrà pagare l’assegno unico marzo su Rdc per una coincidenza che abbiamo approfondito in quest’altro articolo.

Questo mese prendere i soldi, infatti, saranno solo i dipendenti pubblici a privati che hanno fatto domanda.

In questo articolo vi spiegheremo come verrà quindi considerato il mese di marzo e se questo slittamento fa maturare il diritto a un arretrato.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l’arretrato?

Purtroppo no, non ci sarà alcun arretrato. La ragione risiede proprio nel funzionamento del Reddito di cittadinanza.

La ricarica del Rdc, infatti, viene versata tenendo conto della situazione economica-patrimoniale della famiglia riferita all’ultimo giorno del mese solare precedente.

Quindi il Reddito di cittadinanza di marzo sarà riferito al 28 febbraio, quando non era in vigore l’Assegno unico. Invece la ricarica di aprile farà riferimento a marzo, mese in cui il nuovo provvedimento è diventato operativo.

Significa che non ci sarà diritto ad alcun arretrato visto che, di fatto, la primissima rata di Assegno unico sul Reddito di cittadinanza sarà pagata soltanto nel mese di aprile.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Guarda il video su Youtube e scrivi “Calendario” nei commenti per ricevere tutte le date di pagamento

Assegno unico marzo su Rdc rinviato, chi ci perde

Purtroppo c’è una categoria di famiglie che perderà dei soldi. Si tratta delle famiglie di lavoratori dipendenti che percepiscono il Reddito di cittadinanza come integrazione.

Queste famiglie, infatti, a marzo non avranno detrazioni e Assegni al nucleo familiare in busta paga (leggi qui i nuovi obblighi dei datori di lavoro), ma non avranno neanche l’Assegno unico a compensare la mancanza.

A prescindere da questo mese ci saranno alcune famiglie che con l’introduzione dell’Assegno unico percepiranno meno soldi rispetto a quanto prendevano con gli Assegni al nucleo familiare ANF.

Guarda il video su Youtube e scrivi “Speciale” nei commenti per ricevere tutti i contenuti extra e le risposte agli utenti

Assegno unico, calcolo dell’importo

L’importo che spetta con l’Assegno unico cambia in base all’Isee e al numero dei figli a carico. All’importo base poi è possibile aggiungere delle maggiorazioni, variabili in base alle caratteristiche del nucleo familiare.

L’Assegno unico ha quindi un approccio progressivo: chi ha meno redditi e patrimonio riceverà di più e viceversa. Questa tabella riassume gli importi in base al reddito; fra una fascia e l’altra ci sono altre cifre intermedie, che potete visionare in questo approfondimento:

ISEEImporti assegno
Figlio minorenneFiglio maggiorenne fino a 21 anni
Fino a 15 mila euro175 euro85 euro
20 mila euro150 euro73 euro
25 mila euro125 euro61 euro
30 mila euro100 euro49 euro
35 mila euro75 euro37 euro
da 40 mila euro50 euro25 euro
Guarda il video su Youtube e scrivi “Tabelle” nei commenti per ricevere le tabelle con tutti gli importi

Assegno unico, elenco delle maggiorazioni

Come anticipato, in base alle caratteristiche del nucleo familiare, ci sono delle maggiorazioni che vanno a modificare l’importo di base.

In questo approfondimento trovate nel dettaglio l’elenco di tutte le maggiorazioni previste; di seguito, invece, ci limiteremo a spiegarle in breve:

In questa guida abbiamo anche trattato il caso dei genitori conviventi con figli maggiorenni e minorenni.

Assegno unico su Reddito di cittadinanza: la quota minori

Nel calcolo dell’importo del Reddito di cittadinanza c’è anche una parte variabile definita «quota minori», che varia in base al numero minorenni a carico nel nucleo familiare.

Con l’introduzione dell’Assegno unico, quindi da marzo 2022, la quota minori del Reddito di cittadinanza viene tolta dall’importo del sussidio, perché sostituita dall’Assegno unico.

In soldoni significa che per capire quanto si guadagnerà in più sul Reddito di cittadinanza bisognerà sottrarre all’importo dell’Assegno unico spettante quello della quota minori.

Assegno unico e Reddito di cittadinanza, quota minori: esempio di calcolo

Per calcolare l’importo del Reddito di cittadinanza si usa un indice che si chiama «Scala di equivalenza», in cui ogni membro della famiglia ha un valore. Chi fa domanda ha valore 1, i maggiorenni hanno valore 0,4, i minorenni hanno valore 0,2.

Il calcolo si fa prendendo come riferimento il beneficio massimo annuale di 6.000 euro.

Per esempio, quindi, un padre con un figlio avranno come scala di equivalenza 1,2. Moltiplicando 6.000 per 1,2 si avrà 7.200 euro annui di Rdc. Di questa parte 1.200 (6000×0,2) spettano per i minori a carico.

Un figlio a carico minorenne, con meno di 18 anni, e con Isee inferiore a 15.000 euro, dà diritto con l’Assegno unico a 175 euro al mese, quindi a 2.100 euro all’anno.

L’incremento sul Reddito di cittadinanza per queste famiglie, da marzo 2022 e rispetto a prima, è quindi uguale a +900 euro all’anno (ossia 2.100 – 1.200), che sono +75 euro al mese.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l'arretrato?
Assegno unico marzo su Rdc rinviato, ci sarà l’arretrato?

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp