Assegno unico novembre, tanti ritardi. INPS: entro fine mese

Assegno unico di novembre in ritardo: arrivano le segnalazioni degli utenti che non hanno ricevuto l’accredito.

5' di lettura

In questo articolo cerchiamo di rispondere alle perplessità dei nostri lettori che hanno segnalato l’assegno unico di novembre in ritardo e non si spiegano perché (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Tra le famiglie destinatarie dell’assegno unico universale c’è chi ha notato un’anomalia nelle tempistiche di accredito del contributo economico rispetto ai mesi scorsi. In particolare, hanno segnalato l’assegno unico di novembre in ritardo e non sanno a cosa sia dovuto.

Nei prossimi paragrafi cerchiamo di fare chiarezza sui tempi di pagamento dell’assegno universale e su cosa potrebbe essere legato a questi ritardi. In ogni caso, ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Indice

Assegno unico di novembre in ritardo: le segnalazioni degli utenti

Il nostro approfondimento prende spunto da una serie di segnalazioni che ci sono arrivate da alcuni utenti destinatari dell’assegno unico universale. In particolare, queste persone hanno notato che l’assegno unico di novembre in ritardo rispetto ai mesi scorsi. Infatti, se finora i pagamenti partivano dal 13-15 del mese, per novembre non hanno ancora ricevuto il pagamento che si aspettavano.

Anche se comprendiamo lo stato di apprensione in cui si trovano questi cittadini, ci teniamo a comunicare ai nostri lettori che non c’è motivo di preoccuparsi, in quanto l’assegno unico arriva sempre in date diverse e i pagamenti seguono dei flussi gestiti dal sistema automatizzato. Di conseguenza, poiché non è possibile prevedere in che data si verrà pagati ogni mese, è fondamentale monitorare lo stato dei pagamenti sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Inoltre, è bene ricordare che l’INPS ha tempo fino alla fine del mese per erogare gli importi spettanti dell’assegno unico. A ribadire questa informazione è stato proprio l’Istituto di previdenza sociale attraverso la pagina Facebook “Inps per la famiglia“.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Nel video di seguito viene spiegato in che modo aumenterà l’assegno unico nel 2023

Assegno unico di novembre in ritardo: perché?

In merito all’assegno unico di novembre in ritardo segnalato da alcuni destinatari del sussidio stanno girando alcune voci sui possibili motivi che avrebbero rallentato le elaborazioni dei pagamenti.

A farne menzione è il sito affaritaliani.it, secondo cui questo ritardo sarebbe dovuto ad alcuni controlli effettuati dall’INPS sui beneficiari del contributo, sia a coloro che percepiscono il Rdc sia a coloro che hanno fatto domanda sul sito INPS. Secondo il sito queste verifiche sarebbero terminate solo a novembre, rallentando così le erogazioni dell’assegno unico.

Tuttavia, queste notizie devono essere prese con le pinze, poiché sul punto l’Istituto non ha fornito alcuna informazione attraverso i canali ufficiali.

Dall’altro lato, non si può negare che da parte dell’Istituto ci sia una carenza comunicativa nei confronti dei cittadini. Infatti, se gli scambi comunicativi con l’INPS funzionassero meglio, sarebbe molto più semplice gestire questo genere di situazioni.

Assegno unico di novembre in ritardo: perché

Assegno unico di novembre in ritardo: cosa fare

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, l’assegno unico di novembre in ritardo potrebbe essere dovuto ad alcuni controlli ulteriori che l’INPS avrebbe fatto sulle famiglie che hanno diritto al contributo, sia che percepiscano il Rdc sia che abbiano fatto domanda.

Tuttavia, in attesa di ottenere una conferma da parte dell’INPS su questa motivazione, ci teniamo a ribadire che l’Istituto ha tempo fino alla fine di novembre per erogare gli importi spettanti. Quindi, se ancora non hai ricevuto l’assegno unico, sappi che lo riceverai a breve. Di conseguenza, la prima cosa da fare quando si presentano dei ritardi legati all’assegno unico è aspettare l’ultimo giorno utile di pagamento: in questo caso il 30 novembre 2022.

Se l’assegno non arriva neanche dopo questa data è consigliabile contattare l’INPS attraverso i canali di comunicazione disponibili per gli utenti, tra cui:

  • Contact Center Multicanale al numero 803 164 gratuitamente da rete fissa oppure al numero 06 164 164 a pagamento da rete mobile;
  • utilizzare il servizio VoIP Parla con noi per chiamare l’INPS da internet;
  • affidarsi al servizio Inps Risponde dal sito dell’Istituto;
  • scrivere una email a uno degli inditizzi PEC dell’INPS in base alla zona di riferimento;
  • contattare l’INPS tramite le pagine ufficiali sui social, per esempio “Inps per la famiglia“;
  • andare direttamente in una delle sedi territoriali dell’INPS.

Inoltre, in caso di perplessità sull’assegno unico o altre prestazioni puoi sempre scrivere un commento sotto ai video di Youtube al canale Redazione The Wam oppure inviarci una email all’indirizzo [email protected].

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie