Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno unico oggi 18 giugno, a che ora arriva?

Assegno unico oggi 18 giugno, a che ora arriva?

Oggi, 18 giugno è in pagamento l'Assegno unico, ma non è l'ultima data del mese. A che ora arriva e a chi spetta.

di The Wam

Giugno 2024

Oggi , 18 giugno, previsto il secondo dei tre pagamenti dell’Assegno unico. Ma a che ora arriva il pagamento? In questo articolo chiariremo gli orari più comuni alcuni aspetti fondamentali rispetto alla disposizione dei bonifici (scopri le ultime notizie sull’Assegno Unico e sui bonus attivi in Italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno unico oggi 18 giugno

Oggi, 18 giugno, arriva l’Assegno unico per tutti i cittadini che vedono quella data nel Fascicolo previdenziale del cittadino, sul sito ufficiale di Inps.

La prossima disposizione di pagamento ufficiale è fissata per domani, mercoledì 19 giugno. Mentre i primissimi a essere pagati sono stati quei cittadini che hanno ricevuto l’Assegno unico ieri, lunedì 17 giugno.

Consigliamo, infine, a tutti quelli che hanno ricevuto il messaggio dell’Inps per l’Iban errato, di chiedere spiegazioni alla sede provinciale di riferimento, per essere certi che il pagamento non sia stato differito.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube.

Assegno unico oggi 18 giugno, a che ora arriva?
Assegno unico oggi 18 giugno, a che ora arriva? – In foto una famiglia felice.

Assegno unico, a che ora arriva

Non esiste un orario di pagamento uguale per tutti ma in genere i bonifici vengono disposti in primissima mattinata, tra le 5:00 e le 8:00 del mattino.

Chi non ha ricevuto i soldi in questa fascia oraria e vede la data di oggi nel Fascicolo previdenziale, non deve comunque preoccuparsi, perché abbiamo visto in questi mesi pagamenti anche nel tardo pomeriggio.

Assegno unico di giugno, con gli arretrati?

Ci sono giunte numerose segnalazioni di importi più alti del normale. I cittadini, preoccupati, credevano fosse un errore dell’Inps.

Si tratta in realtà di conguagli di arretrati, consigliamo quindi di verificare le causali nella sezione Pagamenti e Prestazioni.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp