Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno unico, sms con domanda respinta: ecco cosa significa

Assegno unico, sms con domanda respinta: ecco cosa significa

Alcuni utenti hanno ricevuto un sms allarmante sulla domanda dell’assegno unico. Vediamo il motivo e cosa fare.

di Chiara Del Monaco

Settembre 2022

Un sms dell’INPS sta preoccupando molti cittadini poiché la domanda di assegno unico risulta respinta. In questo articolo analizziamo i motivi di questa comunicazione e cosa fare per risolvere la situazione (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Agosto è finito da qualche giorno e sono stati effettuati molti pagamenti di fine mese, come il Reddito di cittadinanza, l’assegno unico su Rdc e l’assegno unico con domanda per chi ancora non lo aveva ricevuto.

Nel frattempo, molti destinatari del sussidio per famiglie con figli a carico sono stati destinatari di un sms preoccupante, in merito alla domanda di assegno unico respinta. Ed è proprio di questo che parleremo oggi.

Leggi le tabelle con tutti gli importi dell’assegno unico, controlla se ti stanno pagando tutte le maggiorazioni dell’assegno universale, vedi come funziona per chi è disoccupato e come cambiano le cifre dell’assegno unico con i figli con disabilità

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

INDICE:

Assegno unico con domanda respinta: il messaggio dell’INPS

Gli ultimi giorni di agosto sono stati senza dubbio pieni di tensione, tra chi attendeva i sussidi per famiglie come Rdc o assegno unico, chi era in attesa degli arretrati e chi ancora aspettava il tanto bramato bonus 200 euro.

La tensione non è ancora finita, questa volta per una ragione diversa dai pagamenti.

Alcuni cittadini hanno ricevuto un sms un po’ allarmante da parte dell’INPS: secondo l’ente la domanda dell’assegno unico sarebbe stata respinta.

L’sms arrivato ad alcuni cittadini, da parte dell’INPS.

Come si può notare dallo screen qui sopra, in merito a un sms del 31 agosto 2022, non ci sono particolari dettagli ad accompagnare la comunicazione. Al destinatario viene semplicemente detto che la domanda del sussidio è stata respinta.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Ma quale potrebbe essere il motivo?

Una spiegazione, la più plausibile tra tutte, è che si tratta di un sms arrivato in ritardo a chi ha richiesto l’assegno tramite domanda per il mese di sospensione del Reddito di cittadinanza.

Se l’ipotesi è corretta, significa che il sistema dell’INPS che gestisce l’assegno unico è andato in conflitto con la possibilità che un determinato cittadino sia anche percettore di Reddito di cittadinanza.

In effetti, ricordiamo che, per non perdere il contributo economico durante il mese di stop, è necessario fare domanda solo per quel mese.

Quindi, è molto probabile che il sistema abbia registrato un errore, facendo decadere la prestazione, per poi riaggiustarsi autonomamente.

Poiché non è la prima volta che succede, nel prossimo paragrafo forniamo un quadro completo di cosa bisogna fare quando termina il Reddito di cittadinanza.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno unico su Rdc scaduto: che fare?

Il pagamento dell’assegno unico universale spetta in automatico sulla carta Rdc alle famiglie che percepiscono il Reddito di cittadinanza. Tutti gli altri nuclei familiari, che abbiano figli fiscalmente a carico, devono presentare domanda all’INPS sull’apposito sito online.

L’assegno spetta senza distinzione di reddito a famiglie con figli minorenni di età compresa tra i 7 mesi fino ai 18 anni, oppure fino a 21 anni in alcune condizioni e senza limiti di età in presenza di figli disabili.

A cambiare è, invece, l’importo, che varia a seconda della fascia ISEE di appartenenza del nucleo familiare. L’importo base va poi moltiplicato per il numero dei figli a carico e aumenta in caso spettino delle maggiorazioni. Invece, per famiglie percettrici di Reddito di cittadinanza, all’importo base dell’assegno unico va tolta la quota minori del Rdc.

Ricordiamo, inoltre, che la ricarica dell’assegno unico su Rdc arriva generalmente poco dopo quella ordinaria del Reddito di cittadinanza e fa riferimento al mese precedente.

Quando si terminano le 18 o le 36 mensilità di Rdc bisogna prestare attenzione. Infatti, in base alla circolare INPS n.53/2022, chi termina il Reddito di cittadinanza deve presentare la domanda dell’assegno unico nello stesso mese in cui scade il Rdc. Quindi, se l’ultima mensilità è agosto, e il mese di stop del Rdc è settembre, bisogna fare la domanda entro il 31 agosto.

Tuttavia, è bene specificare che la domanda di assegno unico va fatta solo per essere coperti nel mese di sospensione. Poi, una volta che sarà rinnovato il Reddito di cittadinanza, non ci sarà più bisogno di presentare alcuna domanda.

Assegno unico con domanda decaduta: perché?

Fin dall’introduzione dell’assegno per famiglie con figli a carico, i nuclei percettori di Reddito di cittadinanza hanno riscontrato una serie di problemi.

Tra questi, c’è per esempio il rifiuto della domanda di assegno unico per il mese di sospensione del Reddito di cittadinanza.

Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, è necessario inviare la domanda entro l’ultimo giorno del mese di scadenza del Rdc, e non direttamente nel mese di stop.

Tuttavia, nonostante abbiano seguito la procedura correttamente, molti cittadini si sono spesso ritrovati con la domanda respinta, proprio come è successo nel caso di cui parlavamo all’inizio di questo articolo.

Qual è la ragione della domanda respinta, se la procedura da seguire è corretta?

Dunque, trattandosi di un sistema automatizzato, quindi senza l’intervento di una persona, il sistema informatico dell’INPS a volte registra un errore perché chi percepisce il Rdc non dovrebbe fare domanda di assegno unico.

Di conseguenza, la domanda viene respinta. Cosa fare quando succede?

Ci sono due possibilità: si può attendere che l’INPS corregga la pratica, oppure è possibile inviare delle segnalazioni attraverso il servizio online “INPS risponde” o recandosi direttamente in una delle sedi territoriali dell’ente.

Domanda respinta con un sms: cosa fare?

Come fare domanda

Per richiedere il sussidio, nel caso in cui non percepisci il Rdc oppure se hai il mese di stop, è necessario presentare domanda all’INPS:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp