Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Reddito di cittadinanza / L’assegno unico su Rdc sarà automatico nel 2023?

L’assegno unico su Rdc sarà automatico nel 2023?

Scopri se l'assegno unico nel 2023 sarà ancora riconosciuto in automatico o se bisognerà presentare una domanda all'INPS.

di The Wam

Dicembre 2022

L’assegno unico su Rdc spetterà in automatico nel 2023 ai percettori del reddito di cittadinanza? Come funzionerà per gli importi dell’assegno universale? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno per i figli a carico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Assegno unico su Rdc automatico nel 2023?

Il pagamento dell’assegno unico su Rdc verrà erogato in automatico nel 2023 ai percettori del reddito di cittadinanza, come accaduto anche nel 2022. Nella legge di bilancio 2023, infatti, non è stato inserito nulla che vada a intervenire su questo meccanismo.

La manovra finanziaria, invece, interverrà sulla durata del reddito di cittadinanza per i cosiddetti occupabili che potranno beneficiare del sussidio per soli otto mesi e non più per diciotto rate come accade adesso. Inoltre, nel 2024, è prevista l’abrogazione dell’Rdc che sarà sostituito da altri sussidi, dei quali il governo non ha ancora parlato in dettaglio.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Quando l’Rdc terminerà nel corso del 2023, come accade adesso, i beneficiari dell’assegno unico dovranno fare domanda per continuare a ricevere il contributo economico riconosciuto per i figli a carico. Se la richiesta verrà accolta, l’accredito dell’assegno non avverrà più sulla carta RdC, ma sul conto bancario identico nella domanda.

Con l’approvazione della Legge di Bilancio e la pubblicazione delle circolari attuative, relative alle novità dell’Rdc per il 2023, sapremo se verranno introdotte eccezioni per il pagamento dell’assegno unico sul reddito di cittadinanza. Quello che cambierà, dopo la revoca dell’Rdc, sarà di certo l’importo dell’assegno per i figli. Ne parliamo in dettaglio nel prossimo paragrafo.

Se sei interessato ai pagamenti dell’assegno per i figli, leggi gli ultimi aggiornamenti sui pagamenti previsti il 19 e il 20 dicembre 2022.

Per non perderle entra nel gruppo Telegram di news sull’assegno per i figli a carico e i bonus per famiglia. Visita la community di TheWam per leggere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona. Questi servizi sono gratuiti e già utilizzati da decine di migliaia di persone ogni giorno.

assegno-unico-su-rdc-2023-automatico
L’assegno unico su Rdc sarà pagato in automatico nel 2023?

Assegno unico 2023 più alto dopo la revoca del reddito di cittadinanza?

L’importo dell’assegno unico 2023 sarà più alto per chi subirà la revoca del reddito di cittadinanza poiché non dovrà più sottrarre la quota minori Rdc alla somma di base dell’assegno, come accade ora, ma di fatto si riceveranno complessivamente più soldi. La perdita dell’Rdc, infatti, non può essere bilanciata in termini economici dall’aumento dell’assegno universale. Questo aspetto viene spiegato, con un esempio pratico, nel video di seguito.

Quando pagano l’assegno unico su Rdc?

Il pagamento dell’assegno unico su Rdc viene erogato dopo il pagamento della rata mensile del reddito di cittadinanza. Facciamo un esempio: se l’INPS paga l’Rdc il 27 del mese, il riconoscimento dell’assegno universale sul reddito di cittadinanza avverrà dopo quella data. La mensilità di assegno universale, riconosciuta sull’Rdc, è riferita sempre al mese precedente rispetto al mese di erogazione: questo significa, per esempio, che il pagamento di dicembre si riferisce a novembre.

Quando pagano l’assegno unico su Rdc a dicembre 2022?

Il pagamento dell’assegno unico su Rdc, riferito a novembre, verrà pagato dopo l’accredito della ricarica del reddito di cittadinanza, che è attesa fra il 20 e il 23 dicembre 2022.

Quando pagano il conguaglio sul reddito di cittadinanza?

Entro febbraio 2023 l’INPS dovrà disporre il pagamento dei conguagli per chi riceve il reddito di cittadinanza e ha compilato il modello Rdc Com Au per percepire l’integrazione garantita dall’assegno universale.

Come vedere se l’assegno unico è in pagamento?

Le date di pagamento dell’assegno universale vanno controllate sul sito INPS, nella sezione “fascicolo previdenziale del cittadino“, accedendo con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o CIE (Carta di Identità Elettronica), cliccando su “Prestazioni” poi su “Pagamenti” ed, infine, sull’anno di riferimento “2022“.

Agenzia INPSImporto
Pagato
PrestazioneData
disponibilità
Ufficio
Pagatore
Note
XXXXXX525,00ASSEGNO UNICO18/03/2022Banca xxxxxxASSEGNO UNICO PER 3 FIGLI/O PER IL PERIODO DA 01-03-2022 A 31-03-2022 – NUMERO PRATICA
xxxxxxxx
Esempi di dati visibili sul fascicolo previdenziale

Quando pagano l’assegno unico per i figli a dicembre 2022?

I prossimi pagamenti dell’assegno unico sono previsti:

assegno-unico-dicembre-2022-16-22
Ecco le prossime date dell’assegno unico di dicembre 2022.

L’INPS ha pagato degli arretrati dell’assegno universale in queste date:

Leggi quali sono tutte le date di pagamento dell’assegno unico previste a dicembre 2022.

Come sapere se l’assegno unico è stato accettato?

Sul sito Inps bisogna eseguire l’accesso alla pagina dedicata all’assegno unico e navigare nell’area riservata attraverso le credenziali SPID, CIE o CNS. A quel punto, per controllare lo stato della pratica, si deve cliccare su “Consulta e gestisci le domande presentate”.

Qual è l’importo dell’assegno unico?

Per il 2022 l’importo dell’assegno unico va da un minimo di 50 euro a un massimo di 175 euro al mese, che vengono riconosciuti per ogni figlio minorenne a carico.

Per i figli fiscalmente a carico, che hanno un’età compresa tra i 18 e i 21 anni, gli importi variano da un minimo di 25 euro a un massimo di 85 euro al mese.

L’importo è influenzato da alcuni fattori: fascia ISEE della famiglia, numero dei figli fiscalmente e maggiorazioni riconosciute sull’importo di base del sussidio.

Per i percettori del reddito di cittadinanza, bisogna sottrarre la quota minori Rdc dall’importo di base dell’assegno universale. Questo meccanismo dovrebbe essere confermato anche nel 2023.

ISEEImporto figlio minorenneImporto figlio maggiorenne fino ai 21 anni
Fino a 15mila euro175 euro85 euro
20mila euro150 euro73 euro
25mila euro125 euro61 euro
30mila euro100 euro49 euro
35mila euro75 euro37 euro
da 40mila euro50 euro25 euro
Tabella con esempi di importo dell’assegno universale per figli fiscalmente a carico.

Maggiorazioni riconosciute sull’assegno unico?

Ecco i casi nei quali viene aumentata la somma di base dell’assegno universale:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’assegno universale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp