Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi / Assegno Unico su Rdc gennaio: verità in 2 giorni

Assegno Unico su Rdc gennaio: verità in 2 giorni

Nei prossimi giorni si attendono doppi accrediti dell’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023. Ecco le ultime novità.

di Chiara Del Monaco

Gennaio 2023

In questa settimana sono attesi più pagamenti dell’Assegno Unico su Rdc, sia per chi deve ricevere gli arretrati sia per l’integrazione riferita a dicembre 2022. In questo approfondimento vediamo quando e a chi arriverà l’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023 (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il primo mese del 2023 è quasi finito e molti cittadini stanno aspettando il pagamento di alcune prestazioni economiche entro il 31 gennaio, tra cui il Reddito di cittadinanza e l’Assegno Unico.

Nei prossimi paragrafi ci concentriamo sugli accrediti dell’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023, in quanto sono previste doppie date di pagamento.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023: quando arriva e per chi

In questi ultimi giorni di gennaio 2023 sono attesi diversi pagamenti per le famiglie che percepiscono il Reddito di cittadinanza. Oltre alla ricarica ordinaria del Rdc per chi non lo ha ancora ricevuto, è previsto anche l’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023.

In particolare, il 24 gennaio 2023 è stata segnalata la lavorazione di alcuni arretrati dell’Assegno Unico su Rdc. Visto che i pagamenti arrivano circa due giorni dopo le lavorazioni, è probabile che tra oggi, domani o al massimo entro la fine della settimana arrivino gli accrediti spettanti alle famiglie interessate.

Ricordiamo, però, che quando si parla di arretrati dell’Assegno Unico su Rdc non si fa riferimento al mese precedente, ma ancora prima. Quindi, gli arretrati dell’Assegno Unico che arriveranno a gennaio 2023 riguardano le mensilità precedenti a dicembre 2022.

Per questo motivo, chi è in attesa degli arretrati dell’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023 dovrebbe controllare il fascicolo previdenziale del cittadino per vedere la data esatta di pagamento.

Tuttavia, le famiglie che aspettano gli arretrati non sono le uniche ad attendere una data di accredito. Ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Nel video di seguito, parliamo dei pagamenti di Rdc e Pdc iniziati lo scorso 27 gennaio 2023.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023 anche per questi cittadini

Nel paragrafo precedente abbiamo visto che l’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2203 arriverà in questi giorni alle famiglie che aspettano le mensilità precedenti a dicembre 2022 e che hanno visto la lavorazione sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Tuttavia, in questi giorni si attendono anche altre date di pagamento per i nuclei percettori di Rdc. Infatti, chi è in pari con gli arretrati deve comunque ricevere l’accredito dell’Assegno Unico riferito a dicembre 2022.

Ricordiamo, infatti, che a differenza dell’Assegno Unico con domanda, l’integrazione sulla carta Rdc si riferisce sempre al mese precedente.

Generalmente, il pagamento arriva dopo qualche giorno dalla ricarica ordinaria del Reddito di cittadinanza. Visto che i pagamenti del Rdc sono partiti il 27 gennaio e potrebbero essere completati entro il 31 gennaio, questa settimana è fondamentale anche per i nuclei familiari che devono ricevere l’Assegno Unico.

Invece, un discorso diverso vale per chi ha presentato un’apposita domanda del contributo per figli a carico. In quel caso, infatti, il pagamento si riferisce alla mensilità in corso e arriva sul conto corrente in diverse finestre temporali annunciate dall’Inps gradualmente.

In particolare, è bene tenere a mente che le date cambiano da persona a persona e quindi è importante controllare il proprio fascicolo previdenziale del cittadino per sapere con esattezza la data di accredito.

Nel prossimo paragrafo ricordiamo come funziona questo strumento e perché è fondamentale per molti cittadini.

Scopri cosa fare se non ricevi i pagamenti dell’assegno unico, come controllare gli accrediti dell’assegno universale, quando compilare il modulo Rdc Com Au per ottenere gli arretrati o come presentare l’ISEE corrente per aumentare la somma dell’assegno unico.

In foto, due genitori con due bambini piccoli in attesa dell’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023.

Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023: come controllare il pagamento

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto che oggi e domani sono due giorni decisivi per le famiglie che attendono l’Assegno Unico su Rdc a gennaio 2023. In particolare, dovrebbero arrivare ben due accrediti: sia quelli riferiti agli arretrati precedenti a dicembre 2022 (per chi non li ha ricevuti) sia quelli riferiti a dicembre 2022.

Invece, l’importo relativo a gennaio arriverà dopo la ricarica di febbraio 2023, cioè dopo il 28.

In ogni caso, l’unico modo per sapere in quale data arriverà il pagamento è attraverso il fascicolo previdenziale del cittadino. Si tratta di uno strumento molto importante per chi riceve prestazioni economiche erogate dall’Istituto.

Per accedere a questa sezione, bisogna prima entrare sul sito dell’INPS e cercare nella barra di ricerca “fascicolo previdenziale del cittadino“. Poi, sarà chiesta l’autenticazione nella propria area personale attraverso una di queste credenziali digitali:

Una volta autenticati, è necessario andare nel menu a sinistra e cliccare sulla voce Prestazioni e poi su Pagamenti. Da qui, si deve selezionare l’anno di riferimento (2023) e la prestazione economica interessata (Assegno unico Universale). A questo punto, si potranno visualizzare tutti i dettagli sui pagamenti dell’Assegno Unico, compresi la data di accredito e il mese di riferimento.

In alternativa, si può sempre chiamare il Contact Center dell’INPS o ci si può rivolgere a un CAF o Patronato che svolgeranno la procedura al posto vostro e senza costi aggiuntivi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp