Assegno unico su Rdc: va speso tutto in 30 giorni?

Assegno unico su Rdc: va speso tutto in 30 giorni? Scopri la vera risposta a questa domanda e se ci sono limiti di prelievo.

4' di lettura

L’assegno unico su rdc va speso tutto in trenta giorni? Scopriamo insieme la risposta a questa domanda che ci è stata posta da un lettore (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche come rimanere informati sulle notizie che riguardano l’assegno unico universale e cosa bisogna sapere se lo si riceve sul Reddito di cittadinanza.

Indice

L’assegno unico su rdc va speso tutto in trenta giorni?

L’assegno unico su rdc va speso tutto in trenta giorni? Risolviamo subito questo quesito che molti di voi ci avete posto nelle ultime settimane.

L’assegno unico accreditato sul reddito di cittadinanza va assolutamente speso tutto in un mese. La norma infatti prevede che l’incentivo si assimili all’rdc.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

In particolare l’assegno unico su Rdc va speso entro il mese successivo all’accredito. Facciamo un esempio pratico per essere chiari.

Poniamo il caso che l’assegno unico su Rdc venga accreditato il 25 di dicembre. In questo caso avrai tempo per spendere questi soldi non entro il 25 di gennaio ma entro il 31 gennaio e sarà così per tutti gli altri mesi che seguiranno.

DATE 200 EURO e ASSEGNO UNICO, RITARDI 150 EURO-RDC 2-15 DIC

L’assegno unico su rdc va speso tutto o lo posso prelevare?

A differenza della ricarica ordinaria del reddito di cittadinanza, quella dell’assegno unico non prevede dei limiti di prelievo.

A confermarlo è proprio il sito dedicato all’Rdc e in particolare la sezione sull’assegno unico universale. In particolare sul sito è scritto “il limite mensile di prelievo di contante presso gli sportelli automatici (ATM) previsto per il beneficio RdC (pari a 100 euro mensili per un singolo individuo, incrementato in base al numero di componenti il nucleo) non viene applicato alla quota di Assegno Unico“.

L’unico limite da tenere in considerazione è quello legato alla postepay. Ricorda che l’Rdc card funziona come una postepay e quindi ogni giorno non puoi prelevare più di 600 euro dal tuo conto corrente.

L’assegno unico su rdc va speso tutto: le domande degli utenti

Come abbiamo specificato nel primo paragrafo di questo articolo, la domanda “l’assegno unico su rdc va speso tutto?” ci è stata posta da uno di voi.

Le vostre domande e i vostri dubbi sono molto importanti per noi e ci impegniamo ogni giorno per cercare di rispondere a tutte le vostre istanze.

Se hai necessità di aiuto o quesiti da porci, commenta sotto i video che pubblichiamo su Youtube o sotto gli altri contenuti che trovi sui nostri social. In alternativa entra nella chat telegram dedicata all’assegno unico. Lì troverai davvero tutte le risposte di cui hai bisogno.

Assegno unico su Rdc: va speso tutto in 30 giorni?
Assegno unico su Rdc: va speso tutto in 30 giorni?

L’assegno unico su rdc va speso tutto: come riceverlo

L’accredito dell’assegno unico su rdc avviene in automatico per molte famiglie in quanto l’Inps dispone di tutte le informazioni necessarie sui nuclei familiari beneficiari.

Va anche detto però che non sempre è così. per questo motivo l’ente nazionale di previdenza sociale ha chiesto a determinate categorie di cittadini di presentare una documentazione apposita chiamata modello Rdc-Com/Au. In particolare lo devono presentare i nuclei familiari in cui:

  • sono presenti figli dai 18 ai 20 anni;
  • il richiedente ISEE non corrisponde al genitore;
  • entrambi i genitori lavorano e si ha diritto alla maggiorazione;
  • compare in DSU un solo genitore;
  • un componente del nucleo ha percepito, nel corso del 2021, l’assegno per il nucleo familiare (ANF), in presenza di figli minori.

Le prime erogazioni dell’incentivo avvengono un mese dopo la presentazione del modello agli uffici Inps che va caricato online accedendo al servizio “reddito di cittadinanza” con una delle identità digitali riconosciute oppure tramite gli uffici di patronato.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie