Assegno unico temporaneo: nuovi pagamenti. Verificali così

Nuovi pagamenti in arrivo per l'assegno unico temporaneo. Scopri le date, a chi spetta e come controllare l'accredito.

4' di lettura

Pagamento assegno unico temporaneo in arrivo da domani 12 ottobre 2021. In questo articolo scopriamo quali sono i requisiti necessari a ottenere il contributo per i figli a carico, spiegheremo come funziona il calcolo dell’importo e come richiedere il contributo economico.

INDICE

Pagamento assegno unico temporaneo: quando arriva l’accredito di agosto

Il pagamento dell’assegno unico temporaneo arriverà domani, 12 ottobre 2021, per chi aspetta l’accredito di agosto. Sono i beneficiari che non hanno ricevuto il pagamento del 7 ottobre 2021. Quel giorno ci saranno altri accrediti anche per i titolari del reddito di emergenza che devono ancora ricevere i pagamenti di agosto.

L’importo dell’assegno per i figli cambia rispetto all’ISEE di riferimento e al numero di figli a carico. La cifra più alta spetta a famiglie numerose che hanno un ISEE più basso.

L’importo dell’assegno unico 2021 temporaneo è inserito in queste tabelle, allegate al decreto-legge n. 79/2021. La norma prevede una maggiorazione di 50 euro per ogni figlio disabile. Nella circolare numero 93 l’INPS ha inviato le indicazioni per calcolare l’integrazione sul reddito di cittadinanza.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Assegno unico temporaneo su reddito di cittadinanza: quanti soldi spettano

L’assegno per i figli spetta in automatico a chi riceve il reddito di cittadinanza. Per calcolare l’integrazione sull’Rdc si deve sottrarre la quota minori del sussidio all’importo di base dell’assegno temporaneo.

Prendiamo come riferimento un nucleo familiare con un ISEE di 5mila euro, composto da una madre con i due figli. Questo nucleo familiare riceve ogni mese una rata del reddito di cittadinanza da 500 euro.

Per stimare la quota minori di Rdc usiamo la scala di equivalenza. Chi presenta la richiesta vale “1”, ogni minorenne vale “0,2” e ogni maggiorenne “0,4”.

La quota minori sarà perciò uguale a (500 x 0,4): 1,4 = 142,85 euro. Ora va sottratta questa cifra all’importo di base dell’assegno temporaneo. In questo caso avremo un importo base di 335 euro (167,5 euro per ogni figlio).

L’integrazione sull’Rdc ammonterà perciò a 192,15 euro (335 – 142,85). Nel sito assegnotemporaneo.com trovi tutte le risposte alle domande più diffuse sul contributo economico.

Assegno unico temporaneo: come controllare esito della domanda e pagamenti

Accedi all’area personale del sito INPS e clicca nella sezione “Prestazioni e Servizi” dove troverai l’area “Assegno Temporaneo Figli Minori”. Lì sarà visibile l’esito della richiesta.

In quell’area puoi visitare la sezione “Consulta e gestisci le domande che hai presentato” e verificare lo stato della domanda inoltrata. In caso di richieste in lavorazione, significa che INPS sta ancora vagliando la procedura.

Quando la domanda passa in istruttoria, significa che la procedura è in attesa di essere “accolta” o “respinta”. Per ora non è possibile fare ricorso, quando la domanda viene respinta.

Per conoscere lo stato di pagamento dell’assegno unico temporaneo, si deve cliccare sull’icona in alto a destra del riquadro riferito alla domanda e consultare la sezione “pagamenti”. La data viene fornita a pagamento avvenuto.

assegno unico temporaneo pagamento in arrivo come controllare

Assegno unico temporaneo: a chi spetta? I requisiti

L’assegno per figli a carico spetta a chi rispetta alcuni requisiti di reddito, patrimonio e residenza:

    1. essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
    2. essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito (IRPEF) in Italia;
    3. essere residente e domiciliato in Italia con i figli a carico fino al compimento del diciottesimo anno d’età;
    4. essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale;
    5. Avere un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità inferiore a 50mila euro

    Se hai delle domande sul pagamento dell’assegno unico temporaneo, scrivici su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie