Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro

Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro: scopri cosa sono, se sono utili e se è obbligatorio farla prima di accendere un finanziamento.

4' di lettura

Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro. Sono molti gli istituti di credito che all’atto di sottoscrivere con un cliente un finanziamento a lungo termine, come quello per l’acquisto di una casa, chiedono la protezione dal rischio di cessazione dell’attività lavorativa.

E quindi la garanzia che le rate del mutuo potranno essere onorate anche se si resta per un determinato periodo di tempo senza alcun reddito.

Questa assicurazione è facoltativa

Questa polizza dovrebbe essere facoltativa. Non sempre è così.

Ma è importante ricordare una questione preliminare: sono state multate le banche che hanno costretto i clienti a firmare delle polizze per accedere al mutuo o al finanziamento. Una indagine della Banca d’Italia ha confermato che tra il 75 e l’85% dei contratti di mutuo contenevano queste polizze assicurative.

In questo articolo vogliamo capire di cosa si tratta. Sulla necessità di stipularla dipende da caso a caso. In particolare dall’attività lavorativa che si sta svolgendo e dalla possibilità, più o meno alta, di potersi trovare senza una occupazione.

Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro: cosa tutela

L’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro è dunque una forma di tutela del finanziamento.

Protegge, questo sarebbe lo scopo dello strumento, l’assicurato che in caso di licenziamento si ritroverebbe costretto anche a far fronte alle rate del prestito.

È una copertura ulteriore, come sapete le banche impongono la polizza furto e incendio sull’immobile ogni volta che si accende un mutuo ipotecario.

L’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro, nota come assicurazione di rischio d’impiego, è comunque una forma di protezione per molti versi apprezzabile. Consente di proteggere l’investimento immobiliare e tutelare la famiglia.

Il premio assicurativo può essere versato in una sola soluzione e con la rateizzazione mensile, trimestrale o semestrale.

Decide il cliente in base alle sue necessità.

La copertura assicurata va da un mese a un anno

L’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro può coprire un arco di tempo che va da sei mesi a un anno. Che è poi il tempo indispensabile per trovare un’altra occupazione, ripristinare un reddito accettabile e far fronte di nuovo alle rate del mutuo.

Ci sono dei requisiti precisi per poter sottoscrivere questo tipo di polizza. Uno in particolare: bisogna avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro: costi

Il costo dell’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro varia a seconda di questi parametri:

  • la franchigia
  • i massimali
  • la durata del rimborso
  • la percentuale di indennizzo rispetto all’importo della rata
  • e valore commerciale dell’immobile

Le altre voci che influiscono sul costo

Tra le altre voci che influiscono sul costo della polizza c’è anche l’età anagrafica. In pratica si pensa che una persona con molti anni di servizio alle spalle rischia meno di perdere il lavoro rispetto a un lavoratore giovane o assunto da poco.

Se si decide di anticipare l’estinzione del mutuo la compagnia assicurativa restituisce il premio residuo con un bonifico bancario sul conto corrente dell’intestatario della polizza.

Assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro: requisiti

Ma vediamo cosa offre l’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro e quali sono i requisiti. Come detto, la copertura prevede il rimborso parziale o integrale del finanziamento fino a un massimo di 12 mesi.

Viene erogato in questi casi:

  • perdita dell’impiego
  • licenziamento
  • diminuzione del reddito da lavoro
  • Per richiedere questa polizza bisogna avere:
  • un’età compresa tra i 18 e i 65 anni
  • un contratto di lavoro a tempo indeterminato con almeno 12 anni di servizio
  • un buono stato di salute.

Cosa non copre la polizza

E vediamo cosa non copre questa polizza:

  • licenziamenti per giusta causa
  • licenziamenti per giustificato motivo soggettivo
  • licenziamenti disciplinari
  • risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro
  • disoccupazione dovuta da pensionamento o prepensionamento
  • licenziamenti volontari
  • licenziamenti per irregolarità nelle richieste legate alla disoccupazione

L’assicurazione mutuo se vieni licenziato o perdi il lavoro può essere richiesta anche per mutui cointestati (si assicura un massimo di due persone).

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie