Privacy
The wam

Figlio come badante dei genitori: come funziona l’assunzione

4' di lettura

È possibile avere un figlio come badante dei genitori? Come funziona, in questo caso, per l’assunzione? Ne parliamo in questo approfondimento (leggi su Telegram tutte le news sul lavoro domestico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Figlio come badante dei genitori: è possibile?

Figlio come badante dei genitori: è possibile? La risposta è affermativa: si può assumere il proprio figlio, ma anche un altro familiare o un affine entro il terzo grado di parentela, come badante dei genitori.

Non sempre l’INPS accoglie positivamente la domanda di assunzione di un familiare come badante di una persona con disabilità. Ma in alcuni casi è possibile instaurare un rapporto di lavoro, che garantisca una retribuzione.

Il contratto, per poter essere valido, deve prevedere una busta paga e un compenso per chi assiste un familiare in qualità di badante, anche se un lavoro prestato in ambito familiare, di solito, dovrebbe essere a titolo gratuito.

Per far sì che l’INPS accolga la domanda devono sussistere delle condizioni specifiche, come la non autosufficienza dell’assistito, in questo caso il datore di lavoro del familiare.

L’assunzione del figlio come badante del genitore avviene con un regolare contratto di lavoro, il pagamento dello stipendio come risulta dalla busta paga e il versamento dei contributi previdenziali.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul lavoro domestico ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Marito o moglie come badante: è possibile?

Spesso l’INPS respinge la domanda di assunzione come badante presentata da un marito o una moglie, anche se è possibile prestare servizio come badante.

L’istituto esclude l’obbligo assicurativo, poiché le prestazioni sarebbero dovute per affetto, come afferma l’articolo 143 del codice civile e rientrano tra i doveri coniugali (reciproca assistenza). Questo, dunque, renderebbe impossibile la stipula di un regolare contratto di lavoro domestico.

Ma non sempre è così: è possibile instaurare un rapporto di lavoro tra coniugi se il datore di lavoro (l’assistito) fruisca dell’indennità di accompagnamento, quando si assistono invalidi di guerra civili e militari, invalidi del lavoro con accompagnamento, mutilati e invalidi civili o ciechi civili.

Figlio come badante dei genitori: come assumerlo?

È più semplice, invece, assumere un figlio come badante dei genitori o un altro familiare fino al terzo grado di parentela. Il contratto di lavoro, in questi casi, può anche essere auto-certificato con una dichiarazione di responsabilità, come da circolare INPS numero 89 del 1989.

L’istituto potrebbe controllare se tutto è in regola, in quel caso le parti dovranno dimostrare l’onerosità della prestazione e la subordinazione, che dimostra l’esistenza di un rapporto di lavoro dipendente.

Non c’è bisogno di dimostrare nulla quando il lavoro viene prestato a un familiare titolare dell’indennità di accompagnamento appartenente a queste categorie:

  • grandi invalidi di guerra;
  • grandi invalidi per servizio o lavoro;
  • ciechi civili;
  • mutilati e invalidi civili.

Nel caso in cui la persona disabile ha un problema cognitivo ed è impossibilitata ad assumere un badante, anche se è un figlio o un familiare, sarà indispensabile l’intervento di un tutore legale, designato ad assumere un badante.

Se il tutore è a sua volta il caregiver della persona disabile, in teoria, non potrebbe assumersi, ma questo problema potrebbe essere risolto con l’intervento di un legale.

Figlio come badante dei genitori: come funziona l’assunzione?

All’INPS è necessario presentare la lettera di assunzione, il contratto sottoscritto dalle parti, la busta paga e le ricevute dei bonifici degli stipendi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro domestico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram

Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie