Atripalda, inchiesta scuole: 4 indagati. Il Pm chiede l'incidente probatorio

La Procura di Avellino ha chiesto l'incidente probatorio nell'indagine sulla sicurezza di alcune scuole di Atripalda.


1' di lettura

La Procura di Avellino ha chiesto l’incidente probatorio nell’indagine sulla sicurezza di alcune scuole di Atripalda. Se il gip lo concederà, verrà nominato un perito che dovrò stilare una perizia in grado di chiarire i dubbi al centro dell’indagine.

Nell’inchiesta, scattata nell’ottobre del 2017, ci sono quattro indagati. Oltre al sindaco, Giuseppe Spagnuolo, anche il delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci e due dipendenti dell’ufficio tecnico.

Atripalda, indagine sulle scuole

L’indagine, delegata ai carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, guidati dal capitano Quintino Russo, è nata dalla denuncia di alcuni genitori relativa alla situazione di un presunto rischio per gli alunni che frequentano gli istituti scolastici “Nicola Adamo” e “Raffaele Masi”.

Per quanto riguarda l’incidente probatorio l’iter è simile a quello seguito in recenti indagini che hanno riguardato scuole della provincia irpina. Come il liceo Mancini di Avellino. Se il gip nominerà un perito, lo specialista dovrà redarre una consulenza per rispondere ad alcuni quesiti in materia di sicurezza. Poi verrà decisa la data d’udienza in cui discutere il documento.

La questione delle scuole atripaldesi era finita al centro di polemiche fra maggioranza e opposizione. L’amministrazione, guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo, in un consiglio comunale dedicato aveva spiegato di aver “investito più di centomila euro per l’iter legato all’acquisizione delle certificazioni antincedio”. E di aver seguito tutto il protocollo in materia di sicurezza. L’opposizione aveva preferito non partecipare al consiglio comunale.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!