Omicidio Willy, l’audio della prima chiamata: “Un ragazzo è stato menato”

Ecco la registrazione della prima richiesta d'aiuto dopo la rissa che è costata la vita al 21enne, Willy Monteiro Duarte.

Omicidio di Willy Duarte. L'audio della prima telefonata con cui è stato chiesto aiuto dopo la rissa che è costata la vita al 21enne
Omicidio di Willy Duarte. L'audio della prima telefonata con cui è stato chiesto aiuto dopo la rissa che è costata la vita al 21enne


2' di lettura

L’AdnKronos ha pubblicato l’audio della prima telefonata d’aiuto arrivata al numero unico di emergenza per richiedere l’arrivo dei soccorsi. Quando l’operatrice raccoglie la richiesta, Willy Monteiro Duarte, 21 anni, è stato appena picchiato dal branco ed è agonizzante sull’asfalto, in preda alle convulsioni, morirà in ospedale.

L’operatrice ha localizzato il luogo della rissa in 47 secondi e ha avvertito l’ambulanza e le forze dell’ordine. Purtroppo il personale medico non riuscirà a rianimare Willy. (Di seguito l’audio dell’AdnKronos)

Chi è Willy Monteiro Duarte

La vittima, Willy Monteiro Duarte, ha 21 anni, è nato a Roma da una coppia originaria di Capo Verde che lavora in una azienda agricola. Il ragazzo abitava con la famiglia a Paliano, al confine fra Roma e Frosinone, non troppo lontano da Latina dove Wully ha poi trascorso la sua adolescenza. Da due anni lavorava come cuoco e, spesso, dopo essere tornato da lavoro, andava con gli amici a Colleferro, comune dove si è registrata la rissa che gli è costata la vita.

La serata a Colleferro dopo il lavoro

La rissa è avvenuta nella notte tra sabato e domenica, intorno all1, con lui c’erano tre amici. Davanti alla pizzeria Duedipicche, il parchetto alle spalle della caserma dei carabinieri e non lontano dal Comune, c’è stato lo scontro fra due comitive di ragazzi. Willy vede un compagno di scuola e cerca di intervenire per proteggerlo. Viene massacrato di botte. “Non respiro – urlerà – smettetela”. Tutto inutile. “Non dimenticherò mai il rumore del suo corpo che cadeva”. Racconterà un testimone I carabinieri hanno arrestato, durante l’indagine, quattro ragazzi: Gabriele e Marco Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia.

La telefonata d’aiuto

Ecco il testo della telefonata del quale abbiamo allegato l’audio in apertura di articolo: «Qui di fronte al ‘Duedipicche’ c’è un ragazzo che è stato menato. Per favore, potete venire?». «Senta, in che comune?», «Colleferro, Colleferro, di fronte al ‘Duedipicche». «Via?». «Non la so la via, di fronte alla vecchia (…)». «Aspetti, Duedipicche mi ha detto? Ma cos’è un locale?». «Sì esatto, è un locale, è un bar». «Aspetti che sto cercando l’indirizzo. A Colleferro eh?». «Colleferro, Duedipicche, sì». «Largo Santa Caterina 5». «Per favore veloci, è urgente». «Sì, signore non si preoccupi». «Per favore, è urgente». «Senta, le serve anche un’ambulanza?». «Sì, subito, subito, per favore! E (…)». «Come si chiama lei signore?». «…». «Resti in linea, le passo le forze dell’ordine e chiamo anche un’ambulanza. Non riagganci». «C’è la caserma qui dietro». «Ok, resti in linea. Glieli passo».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie