Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Lavoro / Busta paga marzo 2023: aumenti per questi settori (esempi)

Busta paga marzo 2023: aumenti per questi settori (esempi)

Aumenti in busta paga a marzo 2023: ecco chi riceverà uno stipendio più alto a marzo e per quale motivo.

di Carmine Roca

Marzo 2023

Aumenti in busta paga a marzo 2023: per chi? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri tutti gli annunci e le offerte di lavoro sempre aggiornati. Ricevi su WhatsApp e sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Aumenti in busta paga a marzo 2023: per chi?

Sono previsti aumenti in busta paga a marzo 2023, per diversi motivi.

Oltre allo sgravio contributivo del 2 o del 3% per i lavoratori dipendenti (taglio del cuneo fiscale), come disposto dall’ultima legge di bilancio, alcuni lavoratori godranno di un aumento dello stipendio.

Parliamo di:

Ad esempio, ai dipendenti del settore commercio spetta ancora il Bonus 150 euro, che andrà ad aggiungersi al Bonus 200 euro erogato a gennaio.

Inoltre, a partire dal mese di aprile 2023, questi lavoratori godranno anche di un aumento mensile di circa 30 euro.

Per i lavoratori domestici esclusi dal taglio del cuneo fiscale (a loro non spetta) è previsto un adeguamento delle retribuzioni, pari all’80% dell’indice ISTAT aggiornato al 30 novembre 2022 (retribuzioni minime) e pari al 100% per i valori convenzionali di vitto e alloggio.

Con la circolare INPS numero 13, del 2 febbraio 2023, sono stati aggiornati gli importi dei contributi in virtù della variazione annuale dell’indice ISTAT.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Aggiungiti al gruppo WhatsApp e al canale Telegram di news sul lavoro ed entra nella community di TheWam per ricevere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Aumenti in busta paga a marzo 2023: settori produzione e servizi

Ma le novità più interessanti, sugli aumenti in busta paga a marzo 2023, riguardano i lavoratori di 11 settori tra produzione e servizi: a loro spetta un aumento in busta paga in relazione agli accordi definiti dai Contratti Collettivi Nazionali di lavoro.

Gli aumenti riguardano i lavoratori di:

Distingueremo tra aumenti fissi (aumento dei minimi stipendiali che valgono da ora e in futuro) e aumenti temporanei (validi solo per il mese di marzo).

Aumenti in busta paga a marzo 2023: industria calzaturiera

Ai lavoratori del settore industria calzaturiera spetta un aumento di 300 euro lordi da corrispondere nel mese di marzo dell’anno seguente a quello di riferimento, per i lavoratori impiegati dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno di competenza (accordo del 21 giugno 2021).

Nel caso di aziende in crisi economica rilevata nell’anno precedente o nell’anno di competenza dell’erogazione dell’aumento, che hanno fatto ricorso agli ammortizzatori sociali o abbiano presentato istanza per il ricorso alle procedure concorsuali, è possibile sospendere, ridurre o differire il pagamento dell’E.G.R. per l’anno di competenza.

Aumenti in busta paga a marzo 2023: dipendenti Centri Elaborazioni Dati

Ai dipendenti dei Centri Elaborazioni Dati spetta un aumento del minimo salariale, come da tabella:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
Q Dir. 2.827,84 
2.569,96 
2.206,48 
1.975,40 
3 S 1.893,96 
1.773,06 
1.649,77 
1.570,76 
1.326,50 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: dipendenti Centri Elaborazioni Dati

Aumenti in busta paga a marzo 2023: lavoratori forestali e agrari

Secondo quanto stabilito dall’accordo di rinnovo firmato il 9 novembre 2021, ai lavoratori forestali e agrari spetta l’adeguamento dei minimi retributivi, come da tabella:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
Imp. 6Q 1.906,06 
Imp. 6 1.906,06 
Imp. 5 1.660,95 
Imp. 4 1.527,57 
Imp. 3 1.435,80 
Imp. 2 1.353,46 
Imp. 1 1.251,66 
5 – Op. Spec. Super 1.542,22 
4 – Op. Spec. 1.451,98 
3 – Op. Qual. Super 1.389,33 
2 – Op. Qual. 1.356,16 
1 – Op. Com. 1.251,66 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: lavoratori forestali e agrari

Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore Ombrelli e ombrelloni

Ai lavoratori attivi nel settore “Ombrelli e ombrelloni”, come da accordo di rinnovo firmato il 1° marzo 2021, spetta un adeguamento di stipendio a partire da marzo 2023, come da tabella:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
6 Q 2.130,79 
2.130,79 
1.910,77 
1.773,83 
1.685,86 
1.599,93 
1.251,01 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore Ombrelli e ombrelloni

Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore pelli e cuoio

Ai lavoratori attivi nell’industria “pelli e cuoio”, come da rinnovo contrattuale firmato il 1° marzo 2021, a partire da marzo 2023 spetta l’adeguamento dei minimi retributivi, come da tabella:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
6 Q 2.184,12 
2.184,12 
1.977,01 
4 S 1.852,54 
1.810,42 
1.731,70 
1.643,87 
1.277,56 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore pelli e cuoio

Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore pesca non imbarcati

Ai lavoratori non imbarcati del settore pesca, come da accordo di rinnovo raggiunto e firmato il 30 novembre 2022, spettano un adeguamento dei minimi retributivi, come da tabella:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
2.330,49 
2.186,65 
2.014,02 
1.855,77 
1.726,30 
1.639,98 
1.568,06 
1.438,57 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: settore pesca non imbarcati

Aumenti in busta paga a marzo 2023: aziende municipalizzate pompe funebri

L’aumento in busta paga da marzo 2023 spetta anche ai lavoratori addetti alle aziende municipalizzate di pompe funebri, come da accordo di rinnovo firmato il 7 febbraio scorso:

LIVELLIMINIMO SALARIALE
QS 3.143,84 
2.809,60 
A1 2.480,59 
A2  2.255,10 
B1 2.085,27 
B2 1.951,01 
C1 1.816,83 
C2 1.719,94 
C3 1.667,81 
D1 1.615,68 
D2 1.526,23 
D3 1.284,01 
Aumenti in busta paga a marzo 2023: aziende municipalizzate pompe funebri

Aumenti in busta paga a marzo 2023: centri estetici e noleggio bus

Ai lavoratori dipendenti impiegati in centri estetici e parrucchieri, a marzo 2023 è in arrivo la terza rata dell’una tantum da 46 euro.

L’aumento spetta soltanto ai lavoratori attivi dal 10 ottobre 2022, ovvero dal giorno in cui è stato rinnovato il Contratto Collettivo di settore.

Novità in busta paga a marzo 2023 anche per i dipendenti delle aziende attive nel noleggio bus.

Le aziende che applicano il CCNL (firmato da ANAV e File-Fit-Uiltrasporti) riconosceranno ai loro dipendenti un buono pasto di importo pari a 6,50 euro, per ogni giornata di lavoro prestata.

Dal mese di novembre 2023, il valore del ticket aumenterà di 50 centesimi (7 euro), come da accordo di rinnovo firmato il 6 ottobre 2022.

Aumenti in busta paga a marzo 2023
Aumenti in busta paga a marzo 2023: in foto alcune banconote arrotolate e una freccia in su.

Aumenti in busta paga a marzo 2023: nettezza urbana

Buone notizie anche per i lavoratori dipendenti delle aziende private di nettezza urbana prive di contrattazione aziendale sul premio di risultato.

A chi non percepisce altri trattamenti economici collettivi o individuali, spetta, a marzo 2023, 150 euro a titolo di compenso retributivo aziendale (CRA).

L’importo deve essere proporzionato in base ai mesi lavorati in azienda, nell’anno solare precedente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp